Sidebar

19
Sab, Ago

Havasi l'Alchimista, sabato 24 aprile al Pellico di Trieste

Arte contemporanea
Stile testo

musicalpellicoL'Ahlem Sihaya Dance Company presenta il nuovo musical Havasi l'Alchimista, che sarà rappresentato per la prima volta al Teatro Silvio Pellico di Trieste di via Ananian 5/2.

Questa fantasiosa storia viene narrata a passi di "alchemica" danza che fonde la Bellydance e la Lebanese Debka ai più tradizionali stili di ballo quali Valzer e Tango.

L'Ahlem Sihaya Dance Company nasce dall'interessa e dal desiderio di diffondere e promuovere le danze mediorientali, porgendo un occhio di riguardo soprattutto verso quegli stili di danze folcloristiche a noi ancora del tutto sconosciute. Ma a differenza di qualsiasi altro gruppo, questo non si ferma al mero studio di uno specifico stile di ballo ma, partendo dal presupposto che la musica per qualsiasi etnia e cultura sia comunque musica e così altrettanto la danza dovunque è danza, sperimenta di anno in anno, continue fusioni di stili di ballo che solo in apparenza sembrerebbero non avere nulla in comune tra loro.

Così, se l'anno scorso, con grande successo di pubblico, si è dimostrato vincente l'accostamento della "belly dance" alle danze irlandesi, quest'anno, grazie anche al supporto mirato di musiche che la sanno lunga in fatto di fusione di stili, il mix accomunerà la danza del ventre, il valzer, il tango argentino ed alla debka, danza tradizionale libanese, ma diffusa anche in Siria, Giordania, Israele, Turchia ed Armenia. A fondere il tutto un intenso racconto che narra di un'epoca oscura quale il medioevo dei crociati. "Havasi l'Alchimista" affonda le sue radici nella cronaca di fatti realmente accaduti, per poi addentrarsi con la fantasia in quel mondo cupo in cui imperavano i misteri occulti e l'incontenibile brama di poter dominare la materia attraverso la magia e l'alchimia, ma si conclude, alfine, con un festoso inno all'Amore.

La rappresentazione si terrà al Teatro Silvio Pellico di Trieste di via Ananian 5/2 alle ore 20.30 il giorno 24 aprile.