Skip to main content

Cavolfiori e broccoli utili nel prevenire il cancro della prostata

 |  Redazione Sconfini

Sul Journal of the National Cancer Institute è stato pubblicato di recente uno studio che mette in rapporto il consumo di verdure con lo sviluppo del cancro della  prostata.

 

Dalla ricerca, condotta su circa 3.000 uomini, è emerso che nei soggetti che mangiano broccoli e cavolfiori almeno una volta alla settimana la possibilità di ammalarsi di tumore alla prostata risulta dimezzata rispetto a chi consuma questi alimenti meno di una volta al mese.

 

La ricerca è durata quattro anni, nel corso dei quali la diagnosi per 1.338 uomini è stata di cancro della prostata e gli esperti seguiti da Richard B. Hayes hanno rilevato che coloro i quali si nutrivano settimanalmente di verdure crocifere (cavoletti di Bruxelles, cavolfiori, broccoli e cavoli) mostravano un 49% di rischio in meno di ammalarsi di tumore alla prostata.

 

Le verdure crocifere sono ricche di antiossidanti detti glucosinolati che possono avere una notevole azione anti-cancro. “La nostra ipotesi – ha dichiarato appunto Hayes – è che sia possibile ridurre l’incidenza del cancro della prostata promuovendo un’alimentazione ricca di queste verdure, ma prima di cantare vittoria saranno necessari ulteriori studi”.

 

tratto da www.farmaciadigretta.it 

 

 
In collaborazione con Help!

 

 


Altri contenuti in Farmacia

Morbo di Parkinson: in arrivo una nuova terapia

L’ospedale Molinette di Torino e quello di Alessandria hanno avviato i primi test di sperimentazione di una nuova terapia per i malati di Parkinson in fase inoltrata chiamata Duodopa. Positivi i pr...

L'aromaterapia non sembra essere efficace

Per quanto piacevoli, gli oli profumati non hanno effetto alcuno sulla fisiologia organica. È quanto emerso dal rapporto del primo studio scientifico americano che ha studiato gli effetti dell’arom...

Dormire poco provoca diabete negli adulti e sovrappeso nei bambini

Secondo i risultati di due diversi studi diffusi sulle riviste Proceedings of the National Academy of Sciences e Sleep, dormire poche ore potrebbe causare diverse patologie sia negli adulti che nei...

Coliche dei neonati: un aiuto arriva oggi dai probiotici

Meglio dei farmaci contro le coliche infantili possono i probiotici. A darne conferma i ricercatori italiani dell’ospedale torinese Regina Margherita, guidati da Francesco Savino, su Pediatrics, do...

Ma chi l’ha detto che il caffè sveglia la mattina?

Il caffè preso di primo mattino non sveglia e non rende i riflessi più pronti. A darne notizia i ricercatori dell’Università di Bristol che hanno condotto uno studio sugli effetti della caffeina. C...