Skip to main content

Dormire poco fa male al cuore

 |  Redazione Sconfini

Chi dorme meno di cinque ore a notte corre più rischi di ammalarsi di disturbi cardiovascolari. A confermarlo è uno studio realizzato dal professor Francesco Cappuccio della Scuola di Medicina dell’Università di Warwick, in Gran Bretagna.

 

La ricerca è stata condotta su 10.308 lavoratori pubblici di età compresa tra i 35 e i 55 anni ed è durata 17 anni. I pazienti sono stati monitorati due volte, tra il 1985 e il 1988 e poi tra il 1992 e il 1993, e i risultati ottenuti sono stati raggiunti prendendo in considerazione l’età, il sesso e il consumo di alcool e fumo. I morti per infarto e quelli a rischio patologie cardiovascolari sono di due volte superiori se le persone studiate non avevano dormito le regolari 7 ore di sonno.

 

Lo studio è il primo ad aver riconosciuto un nesso tra sonno-veglia e decessi per patologie cardiache. Restano da chiarire i motivi. Tra le ipotesi più accreditate c’è per i medici quella secondo cui dormire poco influisce in maniera negativa sulla pressione sanguigna, prima colpevole di malattie cardiovascolari.

 

tratto da www.farmaciadigretta.it 

 

 
In collaborazione con Help!

 

 


Altri contenuti in Farmacia

A scatenare il diabete l’ormone della crescita

Secondo uno studio pubblicato sul British Journal of Sports Medicine, l’ormone della crescita potrebbe far ammalare una persona di diabete. La ricerca è stata condotta su uno sportivo di 36 anni ch...

Chi è più istruito vive più a lungo

Le persone che hanno trascorso più tempo sui libri sarebbero più longeve. A darne la notizia una ricerca americana pubblicata sul Journal of Health affaire e condotta da studiosi dell’Harvard Medic...

Contro l’Alzheimer arriva un vaccino dal Giappone

In Giappone ricercatori dell’Università di Nagoya e dall’Istituto nazionale di geriatria della vicina città di Obu avrebbero messo a punto un nuovo vaccino contro il morbo di Alzheimer. A darne l’a...

Cavolfiori e broccoli utili nel prevenire il cancro della prostata

Sul Journal of the National Cancer Institute è stato pubblicato di recente uno studio che mette in rapporto il consumo di verdure con lo sviluppo del cancro della  prostata.   Dalla ricerca, condot...

Calze terapeutiche, in Italia mancano norme specifiche

Alcuni esperti lanciano l’allarme. Calze terapeutiche confortevoli e anche esteticamente valide, per essere realmente efficaci, devono rispettare standard definiti dalle certificazioni e dalle norm...