Skip to main content

Italincul. La nuova legge elettorale for dummies

 |  Administrator

Oltre ad avere, forse, una "nuova" legge elettorale praticamente uguale all'incostituzionale porcellum abbiamo anche il nome: italicum.

 Un nome beffardo, suggerito dal nuovo alleato di Berlusconi, Matteo Renzi, che pare essere dettato dall'esigenza di rappresentanza e democrazia dell'intero popolo italiano e invece nasconde delle minacce terribili alla stessa natura di repubblica parlamentare. La tecnica, non a caso, è quella inventata dal berlusconismo e perfezionata col tempo: prendere l'1% buono della proposta (garantire la governabilità), parlarne a dismisura facendolo sembrare il 99% e portare in porto quel 99% di orrore che in verità conta a chi tiene in mano - non si capisce a che titolo - le redini del gioco.

Il nome corretto sarebbe piuttosto Italincul dal momento che i motivi per essere certi che si tratti di un ennesimo bidone sono moltissimi:

1) Anche se fanno finta di volere le elezioni subito, Renzi e Berlusconi puntano a tenere in vita e immobile il governo Letta fino al 2015, a quando Berlusconi avrà scontato la sua pena ai servizi sociali e apparirà come giglio di campo ripulito dai suoi crimini (a meno che non arrivino altre condanne e un arresto per le altre inchieste).

2) L'Italincul non è altro che un porcellum 2.0 che tiene in vita tutti gli aborti incostituzionali della versione di Calderoli: primi tra tutti le liste bloccate (la vera manna dei dirigenti di partito) e premio smisurato alla coalizione (occhio: coalizione non partito, in modo da tenere fuori gioco dal ballottaggio il Movimento 5 Stelle) che prende più voti.

3) Si tratta di un porcellum peggiore del precedente dal punto di vista della rappresentatività del volere popolare perché tra soglie di sbarramento e vincoli di coalizione circa il 25% dell'elettorato non avrà nessun tipo di rappresentanza parlamentare con gravissimi problemi di future tensioni sociali.

4) L'abolizione del Senato e relativa trasformazione in un carrozzone chiamato Camera Alta o Senato delle Autunomie non ridurrà di un euro i costi ma smantellerà l'unica regola che per il momento non permette al porcellum originale di sprigionare tutta la sua forza distruttiva della democrazia: al momento il premio incostituzionale vale solo alla Camera (dove infatti il Pd comanda i giochi con il 60% circa dei parlamentari a fronte di un modesto 26% alle elezioni) mentre il Senato per volontà degli estensori del porcellum e dal riparto dei seggi su base regionale come richiesto dalla costituzione si è trasformato dal 2006 in una specie di Vietnam che infatti ha "obbligato" alle abominevoli ladre intese e al governo Nipote. Senza più il Senato così come richiesto dalla Costituzione conterà solamente il premio alla Camera che sarà così appannaggio al 100% di uno solo dei due protagonisti extraparlamentari di questa intesa: Renzi e Berlusconi.

5) Ne consegue che, anche se non istituzionalizzate e incardinate nella Costituzione, le campagne elettorali saranno evidentemente appannaggio di due leader contrapposti che alla fine saranno, in barba alle regole costituzionali, automaticamente promossi a premier onnipotenti e senza vincoli parlamentari, gabellando ogni volontà dei padri costituenti che scrissero una Costituzione fondata sulla dialettica parlamentare e non sull'idea dell'uomo solo al comando che tanti danni ha fatto per due volte nella storia d'Italia.

---

diventa fan su facebook


Altri contenuti in Politica

Padroni di sè e padroni degli altri

"Stavolta ci sarebbe quasi da valutare se chi lancia questo genere di accuse sia davvero ‘compos sui', vale a dire pienamente padrone di sè. Per quel che mi riguarda, poi, mi verrebbe voglia di riv...

I cani non mollano l'osso

Ci hanno fatto credere che sarebbero diventati onesti.   Nessun italiano ovviamente aveva creduto al triumvirato della Repubblica delle Banane, Alfano, Bersani, Casini. Naturalmente avevano ragion...

Attentato a Berlusconi. Il clamoroso autogol degli oppositori

Un autogol per i contestatori del governo. Il mini attentato a Berlusconi che ha visto come co-protagonista il quarantaduenne con problemi psichici Massimo Tartaglia è un clamoroso assist alla nuov...

Berlusconi verso la scelta finale: latitanza Craxi style o galera?

La degenerazione dell'etica politica fa proseguire la fervida attività di "risemantizzazione" del lessico italiano che il berlusconismo ha avviato fin dall'inizio della sua rivoluzione culturale. S...

Immunità parlamentare. Gli italiani dicono NO

Sono moltissimi i fronti aperti con la giustizia da un Parlamento che pare occuparsi esclusivamente dei problemi legali e giudiziari dei suoi membri. Berlusconi ha diversi processi aperti e con que...