Skip to main content

Presentato il nuovo antiemicranico naturale

 |  Redazione Sconfini

Ad un recente convegno medico a Stresa è stato mostrato per la prima volta l’antiemicranico di origine naturale a base di ginkgolide B, un derivato terpenico del Ginkgo biloba, nota erba fossile già presente 250 milioni di anni fa.

 

Usata in Cina già dal 2800 a.C. contro i deficit conoscitivi per la sua azione sul microcircolo, oggi quest’erba viene valutata per il suo effetto sul “fattore di attivazione piastrinica” (il cosiddetto PAF), che interviene nelle diverse situazioni che portano all’ipersensitizzazione del neurone trigeminale, fenomeno fortemente implicato anche nell’esplosione dell’emicrania. Bloccando l’attivazione trigemino-vascolare, la ginkgolide sembrerebbe particolarmente efficace nel controllo delle crisi di emicrania con aura.

 

La scoperta è molto importante perché essere capaci di utilizzare un principio naturale con proprietà farmacologiche specifiche offrirebbe un rimedio privo di effetti collaterali che, associato a riboflavina e coenzima Q10, sembra ancor più indicato nella più grave emicrania con aura (di cui soffrono 2 milioni di italiani), dove il ginkgolide è adoperabile addirittura in monoterapia.

 

tratto da www.farmaciadigretta.it 

 

 
In collaborazione con Help!

 

  


Altri contenuti in Farmacia

Vivere più a lungo: le regole da seguire

Muovetevi in maniera regolare, evitate l’abuso di alcolici, seguite una dieta ricca di frutta e verdura, smettete di fumare e potreste regalarvi altri 14 anni di vita. A dimostrarlo una ricerca pub...

Il latte materno aiuta a prevenire l’asma nei bambini

Ricco di anticorpi che proteggono il neonato, il latte materno rinforza il suo sistema immunitario in costruzione e a partire da oggi protegge anche dall’asma. È appena stata pubblicata, infatti, u...

Un nuovo antidiabetico dal veleno di una lucertola

E' in vendita sugli scaffali delle farmacie in Inghilterra già da alcune settimane un nuovo medicinale per combattere il diabete di tipo 2 a base di una sostanza prodotta dal corpo di una lucertola...

Nuovo farmaco per l’artrite reumatoide

Il Rituximab è un nuovo farmaco che riesce ad addormentare per lunghi periodi l’infiammazione associata all’artrite reumatoide. Sulla rivista ufficiale dell’American College of Rheumatology, Arthri...

Nessun pericolo dalle tinture per capelli

“I consumatori possono continuare ad utilizzare con fiducia i coloranti per capelli”. Questo il commento espresso da Unipro (Unione Nazionale Industria Profumeria) in seguito alla pubblicazione del...