Skip to main content

Cheratocono: un collirio eviterà il trapianto

 |  Redazione Sconfini

Fino ad oggi l’unico trattamento possibile per la cura del cheratocono, che colpisce in Italia circa una persona su 500, è il trapianto di cornea. È stato visto però che un collirio sarebbe capace di stimolare l’attività delle cellule sane e di uccidere quelle malate della cornea. Questa tecnica denominata cross-linking è stata importata dalla Germania e in Italia dall’Università di Siena.

 

“L’intervento – chiarisce Jean Marc Vergati, uno tra i primi a portare questa tecnica in Italia – è abbastanza semplice: il cross-linking si esegue in anestesia locale e consiste nell’applicare sulla cornea un collirio a base di vitamina B2. Questo farmaco viene poi attivato, ad intervalli, per circa 30 minuti, mediante una sorgente di luce a ultravioletti”.

 

In Italia superano la quota 100 i pazienti trattati. Non tutti però possono sottoporsi all’intervento: sono operabili soltanto i pazienti di età compresa tra i 14 e i 40 anni, il cui stadio della malattia non è in stato avanzato.

 

tratto da www.farmaciadigretta.it 

 

 
In collaborazione con Help!

 

 


Altri contenuti in Farmacia

Sì ad anticoncezionali nelle scuole

E' unanime il parere di ginecologi e medici di famiglia: è necessario introdurre nelle scuole superiori la distribuzione diretta e controllata di anticoncezionali. Nel nostro Paese, infatti, solo l...

Nessun pericolo dalle tinture per capelli

“I consumatori possono continuare ad utilizzare con fiducia i coloranti per capelli”. Questo il commento espresso da Unipro (Unione Nazionale Industria Profumeria) in seguito alla pubblicazione del...

Cavolfiori e broccoli utili nel prevenire il cancro della prostata

Sul Journal of the National Cancer Institute è stato pubblicato di recente uno studio che mette in rapporto il consumo di verdure con lo sviluppo del cancro della  prostata.   Dalla ricerca, condot...

Olfatto compromesso con dosi eccessive di Viagra

Una dose eccessiva di Viagra potrebbe compromettere il senso dell’olfatto. È appena giunta a questa conclusione l’équipe di Thomas Hummel dell’Università tedesca di Dresden, che ha pubblicato i ris...

Approvato medicinale per il carcinoma mammario

L’Fda (Food and Drug Administration) ha autorizzato l’utilizzo dell’antitumorale Lapatinib, per il trattamento del carcinoma mammario metastatico. Tale farmaco sarà utilizzato nelle forme più gravi...