Skip to main content

Golden Rubbish: indagato il padre della Marcegaglia. Dirigenti Lucchini agli arresti domiciliari

 |  Redazione Sconfini

rifiutiDa un'inchiesta sulla morte di un operaio in un impianto di Scarlino dove venivano trattati rifiuti speciali pericolosi in maniera non corretta, sono emersi presunti movimenti illeciti di colossali quantitativi di rifiuti altamente tossici che sembrano coinvolgere alcuni grandi nomi dell'industria italiana. Famiglia Marcegaglia e importanti dirigenti della Lucchini in primis.

Al momento, nell'ambito dell'inchiesta, è stato sottoposto a sequestro il laboratorio di analisi di Mantova della Made Hse, appartenente al gruppo Marcegaglia. Un tecnico del laboratorio è agli arresti. Secondo fonti investigative risulterebbe indagato anche Steno Marcegaglia, padre di Emma la presidente di Confindustria. E non sarebbe la prima volta (Nel 2006 il tribunale di Brescia ha condannato Steno Marcegaglia, imputato nel processo Italicase-Bagaglino, a 4 anni e un mese per il reato di bancarotta preferenziale e all'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. Grazie all'indulto, la pena detentiva è ridotta di tre anni. È stato poi assolto in secondo grado dalla Corte d'Appello di Brescia l'11 maggio 2009 - fonte).

Nel laboratorio, secondo quanto emerso dalle indagini, sono stati redatti falsi certificati di analisi sui rifiuti da smaltire provenienti da un'industria siderurgica dello stesso gruppo Marcegaglia di Ravenna. Con i falsi certificati i rifiuti potevano essere destinati a siti non idonei a riceverli, con notevole risparmio sui costi di smaltimento. Il coinvolgimento di Steno Marcegaglia è stato determinato proprio dalla carica da lui ricoperta nel gruppo.

L'operazione denominata "Golden Rubbish" è coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Grosseto e condotta dal Comando Carabinieri per la Tutela dell'Ambiente (Ccta). Alle spalle degli illeciti ci sarebbe un'organizzazione dedita al traffico illecito di rifiuti speciali, anche pericolosi, costituita in Toscana ed avente diramazioni in Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Trentino - Alto Adige, Emilia Romagna, Marche, Campania, Lazio, Abruzzo e Sardegna.

E proprio in Venezia Giulia risultano essere sottoposti a regime di arresto domiciliare due importanti dirigenti della Lucchini, l'azienda che gestisce tra le altre, anche la Ferriera di Servola a Trieste, una delle più importanti realtà siderurgiche d'Italia e d'Europa. Si tratta di Francesco Rosato (direttore dello stabilimento siderurgico di Servola) e Vincenzo D'Auria (responsabile Ecologia ed Ambiente).

Il traffico di rifiuti accertato negli ultimi anni è stato stimato in circa un milione di tonnellate, con un lucro di svariati milioni di euro ed un consistente danno all'Erario per l'evasione dell'ecotassa, oltre, naturalmente, ai gravi danni provocati all'ambiente.

---

Vuoi diventare fan di Sconfini su Facebook ed essere sempre aggiornato sulle notizie che ti proponiamo? Clicca qui!

Foto tratta da wikimedia commons

Fonte


Altri contenuti in Cronaca

La scuola in subbuglio

Ricomincia la scuola e si apre un nuovo fronte caldo per il Governo. Il comparto, infatti, sembra avviarsi dritto verso un vicolo cieco, fatto di tagli e abbassamento della qualità. A protestare st...

Signore e Signori ecco a voi il "detenuto" più fortunato del mondo!

La "cricca", quella degli appalti della Protezione Civile, del Giubileo e del G8, aveva un presunto capo. Si chiama Angelo Balducci che ora è in custodia cautelare ai domiciliari dopo essere stato...

Miss Padania. Emilio Fede consegnerà la fascia di Miss Informazione Libera

Divertentissima ed autoironica (?) partecipazione del direttore di Emilio Fede alla finalissima di Miss Padania, che si terrà sabato 7 marzo a Villa Erba a Cernobbio, in provincia di Como. Nella so...

L'arresto dei boss Nicchi e Fidanzati. Una montatura?

Il "caso" del giorno è senza dubbio rappresentato dalle dichiarazioni che Gioacchino Genchi ha rilasciato nel corso di un convegno a Cervignano del Friuli all'indomani delle accuse del pentito Spat...

Bolzano forse in futuro avrà le isole Eolie

Un'ipotesi così assurda da far sorridere, se non fosse che di mezzo c'è un'intera comunità esasperata ed isolata dal mondo. Si tratta delle isole Eolia, in Sicilia, tecnicamente in provincia di Mes...