Skip to main content

Nuova retata tra le ladre intese: Pd verso il 50%

 |  Redazioni Sconfini

La maxi retata di politici e amici di politici che ha mandato dietro le sbarre 35 persone in seno all'inchiesta Mose, rilancia alla grande la figura di Matteo Renzi quale leader del partito più pulito e rinnovato d'Italia.

carcereIl 40% delle ultime europee è già un ricordo lontano perché grazie a questa retata che ha assicurato alla giustizia tra gli altri il sindaco di Venezia (PD), Giorgio Orsoni, i coraggiosi elettori del nuovo imbonitore nazionalpopolare non mancheranno di scaricare sul leader fiorentino un ben più numeroso numero di voti.

Naturalmente parliamo dei voti dei corrotti e dei corruttori, dei tangentari e dei frodatori fiscali che, evidentemente larga maggioranza nel Paese, trovatisi privi dello scudo berlusconiano confidano ora nell'ombrello del consenso popolare del guitto toscano.

Per il momento la Finanza ha sequestrato beni per circa 40milioni di euro. Niente di che, sono circa 500.000 nuovi voti dal valore di 80 euro che possono essere risucchiati dalle maglie dell'elettorato più sensibile a un aumento in busta paga. Un buon investimento, visti i recenti risultati, che potrebbe valere altri 4 punti percentuali. Ancora un paio di queste retate (dopo Expo e Mose arriverà il Tav?) e finalmente avremo un partito che supera il 50% e potrà governare senza i fastidiosi lacci e lacciuoli imposti da coalizioni scombicchierate generatrici di inutili guerre fratricide.

D'altronde è noto che il voto di scambio è pratica molto italiana.

---

Ti è piaciuta la notizia? Clicca qui e metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato.


Altri contenuti in Cronaca

Ghedini: l'applicazione della legge non è uguale per tutti

"La legge è uguale per tutti, ma non necessariamente lo è la sua applicazione". Niccolò Ghedini, avvocato del premier Berlusconi, impegnato a difendere di fronte alla Consulta il lodo Alfano che pr...

Europa 7 avrà le frequenze: sarà troppo tardi?

“Dopo dieci anni di attesa, le frequenze che ci spettavano sono state trovate. Ora ci aspettiamo che vengano assegnate, in attuazione della sentenza della Corte di giustizia europea, per poi valuta...

Il Foglio: "Blogger puzzoni e allupati curiosoni"

Che la rete dia fastidio a molti è un fatto risaputo. Al potere e ai suoi cortigiani non piace che i sudditi possano esprimere opinioni, scambiarsi pareri e informazioni di varia natura. Probabilme...

L'Aquila: a scuola con due cappotti in tende-scuola a 5°C

Guido Bertolaso a nome del Governo disse il 15 settembre scorso: "Entro la fine del mese saranno smontate tutte le tendopoli in Abruzzo". Erano i giorni della consegna-farsa delle casette di Onna,...

Disoccupazione giovanile al 27%, Tutto previsto. Dalla P2

Buone notizie per Licio Gelli. Anche se in modo un po' incompleto e a spezzoni il suo programma di "Rinascita Democratica", che era il caposaldo attorno cui si è creata e si è sviluppata la loggia ...