Skip to main content

Sondaggi: McCain sorpassa Obama

 |  Redazione Sconfini

Il sorpasso. Stando a Usa Today/Gallup, il candidato repubblicano alla Casa Bianca John McCain ha scavalcato di 4 punti il democratico Barack Obama nella corsa alla presidenza degli Stati Uniti. E' la prima volta che Obama subisce il sorpasso del reduce dal Vietnam. McCain già da alcune settimane aveva iniziato a far sentire il fiato sul collo all'avversario, che però sembrava aver tratto beneficio dalla recente convention democratica che lo ha investito quale candidato.

obama mccain usa elezioniL'asso nella manica di McCain si è palesato però a poche ore dalla successiva convention repubblicana nelle sembianze più inaspettate: Sarah Palin, governatrice dell'Alaska e seconda donna candidata alla vicepresidenza. Madre di cinque figli di cui uno affetto da sindrome di down, quasi nonna già a 44 anni per "merito" della figlia sedicenne, antiabortista, super-conservatrice.

Ha convinto tutti i repubblicani e ha anche eroso consensi al governatore nero, ora non più l'unico giovane in campo.

Mancano 60 giorni alle presidenziali e la partita sembra apertissima. Se da un lato infatti Obama non può attaccare McCain e la scelta dell'inesperta Palin (sarebbe un boomerang per lui, a sua volta considerato dai detrattori troppo poco navigato per guidare il paese più potente del pianeta), è possibile che rivolga nuovamente l'attenzione all'attuale presidenza repubblicana e quindi a George Bush, le cui priorità nella spesa pubblica e le cui scelte in tema di politica economica si sono rivelate un disastro per il suo paese e non solo.

Insomma, per McCain il più grosso pericolo potrebbe essere in casa e avere il volto e il nome del suo presidente, cui dovrebbe succedere: George Bush. Se Obama, che era in vantaggio di 7 punti solo 2 settimane fa, riuscirà a convincere gli americani dell'equazione McCain=Bush potrà ribaltare ancora una volta i sondaggi. Forse.


Altri contenuti in Politica

Analisi del voto delle Europee. L'Italia è ferma sulle posizioni di fondo, ma vivacissima all'interno degli schieramenti

Berlusconi non ha sfondato. Il Pd cala. Bene l'Udc, ancora meglio Idv e Lega. I giornali, i rappresentanti dei partiti e i grandi politologi concordano a tal punto che oggi le prime pagine dei gior...

Stasera la D'Addario ad AnnoZero. La strategia del Pdl

Il terrore negli occhi degli uomini del Pdl e dei berluscones è ben visibile. La paura palpabile. La tensione si taglia con l'accetta nelle riunioni politiche. Oggi una prostituta andrà in tv (per ...

Sindacato di Polizia contro il Ministro Maroni: sono bufale i dati del Viminale

Ipotizziamo un italiano medio che si informa attraverso internet di ciò che avviene nel suo Paese. L'informazione televisiva, salvo alcune eccezioni, è ormai un'annacquata pantomima indegna e lobot...

Il funerale delle regole. Berlusconi viola in pubblico la par condicio

Che Berlusconi fosse allergico alle leggi è dato noto. Che probabilmente le abbia spessissimo violate è ancora più noto. Che lo facesse alla luce del sole nel totale silenzio dei media, un po' meno...

Napoli: terremoto politico di proporzioni storiche

Anche se probabilmente non ci sarà seguito sui giornali, sui telegiornali e nella corrotta vita politica nazionale quotidiana il 17 dicembre 2008 sarà ricordato nei futuri libri di storia italiani ...