Skip to main content

Ad Formigonim et ad Erranim

 |  Redazione Sconfini

Sembrava che il "salva-liste", il decreto golpista incostituzionale che si riprometteva di interpretare ad uso e consumo del Pdl le leggi elettorali, fosse stato definitivamente affossato. Con esso anche i riconfermati governatori di Lombardia ed Emilia Romagna sembravano destinati a rassegnare le dimissioni.

beppegrilloLa legge non consente infatti più di due mandati consecutivi alla presidenza della Regione. Beppe Grillo aveva immediatamente annunciato dopo lo spoglio delle schede un ricorso per farli decadere dalla carica. Immediatamente ci eravamo chiesti: riuscirà ad arrivare a giudizio prima che in maniera bipartisan Pd e Pdl varino una leggina ad Erranim et ad Formigonim?

L'oligarchia che tiene in mano le redini di un Paese allo sbando, però, ha bruciato le tappe. E infatti il giorno dopo la bocciatura del "salva-liste", in modo perfettamente bipartisan, l'immaginifica "opposizione" del Pd ha immediatamente proposto e fatto approvare una legge che rivergina l'imene elettorale di Formigoni ed Errani, ineleggibili prima del voto, eleggibili ex post oggi.

Unico dato positivo: il Pd avrà perso come minimo un altro 5%.

---

diventa fan su facebook


Altri contenuti in Politica

Aspettando il rigor Montis

Il cosiddetto decreto Salva-Italia ha moltissime pecche in quanto bastona principalmente i soliti noti cioè lavoratori e pensionati, non ha all'interno nulla per creare sviluppo economico (anzi, tu...

Berlusconiani oggi

Aprile 2011. La deputata iper-berlusconiana Gabriella Carlucci, nota amante del bavaglio alla Rete e collezionista di contravvenzioni stradali, per difendere l'allora capo dichiara: "Per i miei fig...

Berlusconi e il cine-panettone che si è mangiato da solo

Per il presidente del Consiglio le elezioni europee dovevano essere un trionfo. La benedizione plebiscitaria data in via definitiva dagli italiani all’uomo che in quindici anni non solo ha rifondat...

321 collaborazionisti

E così tecnicamente il governo Berlusconi ha perso la maggioranza alla Camera. Solo 308 sono stati i voti favorevoli al "miglior premier degli ultimi 150 anni" (maggioranza a 316). Ma la cosa più i...

Da Brunetta una promessa o una minaccia?

Esilarante intervista balneare di Brunetta con Sallusti, oggi pubblicata sul sedicente Il Giornale. Il ministro della funzione pubblica, convinto che avrebbe vinto il premio Nobel per l'economia se...