Skip to main content

Primi risultati della rivoluzione pacifica: Cosentino (Pdl) in galera e Tedesco (Pd) ai domicilari

 |  Redazione Sconfini

Forse il mondo non cambierà, di certo la storia politica italiana oggi ha svoltato.

L'ingresso dei parlamentari del Movimento 5 Stelle ha già riscritto le regole del gioco, costringendo a trattative trasparenti il Pd, ha indirettamente spinto il depotenziato Berlusconi a vivere una specie di latitanza in ospedale per non finire ancora condannato e, soprattutto, ha permesso alla giustizia di far finire dietro le sbarre del carcere di Secondigliano Nicola Cosentino (Pdl, ex re delle preferenze campano, presunto favoreggiatore della camorra) mentre Alberto Tedesco (Pd, accusato di associazione a delinquere) di finire agli arresti domiciliari.

Con l'insediamento del nuovo Parlamento è infatti decaduta l'immunità dei due ex parlamentari che per questo motivo ora per la giustizia sono tornati a essere dei cittadini comuni.

Magari sbaglieranno, di certo di metodi dirigisti di Grillo e Casaleggio possono legittimamente indurre a tenere drizzate le antenne per evitare derive autoritarie che però al momento sono fuori di dubbio allucinazioni di piddini frustrati dalla mancata vittoria, però è una realtà che questi obiettivi sarebbero stati inimmaginabili senza l'irruzione del Movimento nella vita politica italiana.

Da oggi si apre una nuova fase, che appare certamente confusa, un po' disordinata e nebulosa negli orizzonti. Tuttavia la testardaggine dei parlamentari grillini e la trasparenza un po' naif ma genuina fin qui dimostrata non possono che far ben sperare.

Da oggi però iniziano a contare solo fatti e risultati. Senza "se" e senza "ma".

---

diventa fan su facebook

 


Altri contenuti in Politica

I 10 nuovi motivi per non votare il PD

Nel 2013 uno degli articoli più popolari dell'anno è stato quello intitolato "10 motivi per non votare Pd". Le motivazioni erano molto semplici quanto incontestabili sebbene le ladre intese con Ber...

Primarie Pd: ma perchè anche qui gli elettori Pd devono votare Berlusconi?

L'8 dicembre il Partito Democratico eleggerà il suo nuovo segretario nazionale (e candidato premier? Forse sì, anzi no, beh c'è Letta, sì, no, adesso sì, eh vediamo, ma sì, anzi no). Un nuovo entus...

La melina di Obama. Cosa sarebbe disposto a fare pur di non incontrare Berlusconi?

Continua imperterrita ed è sempre più imbarazzante. Stiamo parlando della melina - per usare un termine calcistico - che il presidente degli Usa Barack Obama sta inscenando nei confronti dell'Itali...

L'aggressione di La Russa a Carlomagno censurata dal regime. All'estero invece "cresce" l'immagine dell'Italia

La folle e falsa ricostruzione di Berlusconi sugli errori dei suoi dirigenti nella presentazione delle liste Pdl a Roma per le imminenti regionali ha fatto la parte del leone sulla televisione di...

Ecco perché l'Italicum è peggio della legge Acerbo

Ci risiamo. Esattamente 90 anni dopo le prime elezioni politiche che anche grazie alla legge Acerbo spalancarono le porte alla dittatura fascista, l'Italia sprofonda nuovamente nel tranello autorit...