Skip to main content

Pd 1: "Su Berlusconi rispetteremo la sentenza"; Pd 2: "Per noi Berlusconi è eleggibile"

 |  Redazione Sconfini

Aventino, Resistenza, dimissioni in massa, cadute di governo, minacce a istituzioni dello Stato. La strizza che i galoppini di Berlusconi stanno dimostrando in queste ore è più che mai eloquente.

 

Se il loro capo sarà condannato perderà una nutrita serie di benefici (dal seggio al Senato al fatto di essere incensurato) tra le quali il diritto di dire "sono sempre uscito pulito dai quattromilanovecentotrentasettemiliardi di processi che le toghe rosse mi hanno imbastito contro".

Questo boom di legalità schizzerà anche su quei sepolcri imbiancati che hanno difeso finora il Cavaliere, lordandoli di sostanze maleodoranti. Nonostante un elettorato disposto a votare praticamente chiunque (Scilipoti, quasi pedofili, mafiosi patentati, corruttori, concussori, evasori) si faccia scudo del nome di Berlusconi persino il Pdl potrebbe perdere qualche altro milione di voti andando ad erodere ulteriormente il seguito e la forza contrattuale del Nano di Hardcore.

Naturalmente per uno che ha il 99,7% di assenze al Senato non cambierà nulla sotto il profilo dell'influenza che può esercitare in forma di pressioni mediatiche e violenze verbali su quei cagasotto dei parlamentari del Pd, sempre pronti a calarsi le braghe di fronte al loro vero dominus, che evidentemente non è il loro elettorato (che in un altro curioso fenomeno sociale continua a votare Pd convinto di votare per rappresentanti antiberlusconiani).

Materiale da psichiatria a parte la sensazione è che in questi 19 giorni che restano alla mazzata della Cassazione (sicura in tutti i Paesi del mondo, appena probabile in Italia) serviranno a Pd e Pdl per trovare un'ennesima via d'uscita al Cavaliere. Fuga ed esilio dorato? Salvacondotto? Immunità? Rinvio dell'udienza per cause di forza maggiore? Nuova legge ad personam? Non luogo a procedere con l'interdizione?

Il fatto che oggi molti esponenti del Pd giurano di voler rispettare la sentenza può voler dire due cose: o la sentenza non lo depennerà dai pubblici uffici o anche se Berlusconi sarà interdetto quelli del Pd sono già pronti a salvargli le chiappe.

Cos'altro aspettarsi da chi prometteva "Mai con Berlusconi"; "Ti conosco mascherina"?

A dimostrazione del grado di salute mentale di questa gentaglia, il soccorso "rosso" che arriva il fido Speranza: "Per il Pd Berlusconi è eleggibile".

Capite che siamo oltre la psichiatria? Oltre un normale disturbo bipolare?

---

diventa fan su facebook

 


Altri contenuti in Politica

La Boschi in giro per l'Italia per il "Sì" al referendum. Può farlo? E chi paga?

Sarà un ottobre molto caldo per il governo Renzi, atteso alla prova referendaria definitiva sul suo operato per quanto concerne le riforme Costituzionali.   Volute caldamente da Napolitano, Verdin...

Lo shopping di Silvio: ecco i 7 dell'Ave Maria che daranno fiducia al governo

Non restava altro da fare che spingere sullo shopping sfrenato di deputati e senatori. Ovviamente da pescare tra gli uomini modello che siedono nell'arco parlamentare. Altrimenti, per il premier B...

Beppe Grillo candidato alla guida del Pd: il giallo della tessera

Il momento è storico. Ma come al solito (ricordiamoci che siamo in Italia) potrebbe rivelarsi un palloncino in grado di sgonfiarsi in pochi giorni. Beppe Grillo lancia la sua candidatura alla guida...

Legge Cirinnà: verso la fine della manfrina. Renzi era già da tempo d'accordo con Alfano

Si avvia finalmente a una conclusione, non trionfale peraltro, la cosiddetta legge Cirinnà sulle Unioni Civili (anche omosessuali) e sulla possibilità di adottare il figlio del partner (stepchild a...

Offerta 2x1: voti Bersani prendi Monti. Garantisce Letta (nipote)

Stringi stringi si sta arrivando al dunque. Il Pd dovrebbe vincere le elezioni, o meglio, dovrebbe vincere e avere larga maggioranza alla Camera. In Senato, il disgraziato porcellum (ideato da Cald...