Skip to main content

Con il porcellum sparisce un altro pezzo di berlusconismo. Ora via Napolitano

 |  Administrator

E così dopo 8 anni, la Corte Costituzionale ha finalmente bandito il porcellum la legge elettorale figlia del leghista Calderoli e dell'incesto con Berlusconi.

 Il porcellum fu voluto infatti in primis da un Berlusconi già screditato alla fine del suo governo 2001-2006 per mettere il più possibile i bastoni tra le ruote al sicuro vincitore delle elezioni della primavera 2006: Romano Prodi. La legge elettorale appena dichiarata incostituzionale infatti fu il regalo di Natale della maggioranza leghista e forzaitaliota per rendere impossibile avere una maggioranza in Senato con i numeri che si avevano allora a disposizione. Situazione analoga a quella che ha affossato Bersani quest'anno.

Liste bloccate, improbabili premi di maggioranza significano clientelismo a badilate per essere messi in lista (e forse anche corruzione) e una qualità infima dei rappresentanti non scelti dal popolo ma dalle segreterie di partito. Infatti in questi anni il tracollo morale, economico, produttivo, sociale e culturale non ha avuto freni. Senza porcellum addio a Razzi, Scilipoti, ladruncoli annidati nel Pd, colombe, falchi, piduisti, falchetti, truppe cammellate, avvocati di Berlusconi, amanti, puttane e ruffiani. Si torna al territorio, alle preferenze ad un legame più concreto e a maggiori controlli tra eletto e cittadini.

Questa immagine è quella che più di ogni altra segna la fine del berlusconismo inteso come losco e immorale boudoir con cortigiani che si vendono all'imperatore per un posto in lista. I fili non saranno più tirati dai segretari di partito ma dai cittadini: è un importante ritorno alla dialettica democratica.

Ma più di ogni altro ora il popolo deve far pagare profumatamente, constringendolo alle dimissioni, colui che più di tutti ha sfruttato le conoscenze con i segretari di partito: Giorgio Napolitano per ben due volte (2006 e 2013) eletto presidente della Repubblica da un Parlamento illegittimo, illegale e incostituzionale. E con lui devono essere annullate in primis le nomine a senatori a vita soprattutto quella di Monti.

---

diventa fan su facebook


Altri contenuti in Politica

Nerone, Galba, Otone, Vitellio come Berlusconi, Monti, Letta, Renzi. Aspettando Vespasiano

In molti pensano che Renzi, reduce da molteplici scoppole elettorali, sia già sul viale del tramonto. Altri pensano che si tratti di un nuovo Berlusconi da sorbirci per altri 20 anni prima di accor...

Il Trota, il Candeggina e quelle ripetizioni così costose

Certo, non stupisce, però è bene rifletterci un po' sopra.   Sparito (momentaneamente) dalla scena politica Berlusconi con il suo circo di casi umani promossi a ministri, si è accartocciata la diga...

Mutuo, incarico nel Governo e Rielezione. Ma non chiamatela corruzione

Uno squarcio di verità in più emerge nella grottesca faccenda relativa alla compravendita di parlamentari che il premier Berlusconi sta tentando a tutti i costi di comprare per rimettere in piedi ...

Monti contro tutti ma ha sempre sbagliato tutto. Per quali meriti è senatore a vita?

L'unico termine per definire Mario Monti e il suo sperticarsi nel goffo tentativo di smarcarsi dai politicanti con cui condividerà a vita lo scranno a Palazzo Madama è "imbarazzante". Monti arrivò ...

PD caos: tutti i brogli denunciati da una candidata

Che il Partito Democratico avesse ben poco di democratico lo si era capito con la farsa Grillo. Che in realtà il Pd non è altro che un contenitore di dinosauri della politica che controllano i voti...