Skip to main content

Il percorso Kneipp: origini e diffusione

 |  Redazione Sconfini

All'interno del vasto mondo dell'idroterapia, ovvero un insieme di sistemi di cura basati sull'acqua, si annoverano diversi tipi di tecniche. Perché il corpo abbia benefici infatti serve non solo l'acqua ma una stimolazione corporea.

 

I sistemi più usati sono:

termici (caldo-freddo)

meccanici (maggiore o minore pressione sulla pelle)

chimici (preparati aggiunti all'acqua)

Fin dall'antichità era noto ad esempio il benessere che potevano apportare le cure termali.

Tuttavia si sta diffondendo in quasi tutti i centri benessere e le più moderne spa il percorso Kneipp, una pratica che rientra pienamente nell'alveo dell'idroterapia. L'inventore di questo sistema fu Sebastian Kneipp (1821-1897), un presbitero tedesco che nel 1849 si ammalò di tubercolosi. Leggendo il libro "Lezione sulla forza guaritrice dell'acqua fresca" di J.S. Hahn provò ad applicare ciò che aveva appreso nel volume in maniera completamente autodidatta. Spogliatosi nudo, si tuffava nel Danubio e subito si rivestiva e per contrastare il rapido raffreddamento correva verso casa. In 6 mesi di trattamento la malattia era scomparsa.

Nell'arco dei decenni il suo esperimento si accreditò sempre di più nonostate alcune ovvie resistenze e oggi il metodo è stato affinato. Nei centri benessere odierni è spesso presente un percorso Kneipp che solitamente si presenta come due vasche parallele con un fondo a ciotoli (tipo i ciotoli di fiume perché anche il massaggio plantare porta giovamento). L'acqua non arriva mai sopra le gincchia e solitamente si ferma all'altezza del polpaccio. Una vasca è fredda (circa 15°C) e l'altra calda (40-45°C). Degli augelli erogano acqua in modo simile a un idromassaggio stimolando l'ossigenazione degli arti inferiori.

La temperatura fressa restringe i vasi sanguigni mentre quella calda li dilata favorendo una sorta di ginnastica vascolare che produce effetti benefici. E' fondamentale che il percorso inizi e finisca con il corpo caldo e finisca con un trattamento caldo. Il periodo di immersione nell'acqua fredda deve essere di durata inferiore a un trattamento caldo.

Solo in Germania, patria originaria del metodo, si contano quasi 700 circoli Kneipp.


Altri contenuti in Wellness/Fitness

Benessere: l’energia deve fluire liberamente

  Giornata impegnativa quella di oggi. Un’intervista, quindi un passaggio in redazione. E di nuovo di corsa sull’autobus per cercare di essere puntuale al successivo appuntamento. A questo si aggiu...

Si possono combattere le rughe?

  La comparsa delle rughe cutanee è uno dei segni caratteristici dell’invecchiamento del volto. Questi inestetismi sono causati da alterazioni a livello biochimico, istologico e fisiologico, alle q...

I trucchi della sposa: la cura parte dal viso

Il giorno del proprio matrimonio è uno dei più importanti nella vita di una donna, assieme a quello della nascita dei propri figli. Per renderlo davvero indimenticabile si vuole apparire al meglio,...

Chi pedala va sano e lontano

  Volete scoprire quali sono le zone problematiche, dal punto di vista estetico, del vostro corpo? Allora fate un piccolo test: svolgete un’attività sportiva per almeno trenta minuti, quindi indivi...

Cosa realmente vedo allo specchio?

  Il chirurgo estetico offre un servizio, un aiuto a coloro che hanno un progetto per la loro vita. Ma guai a pensare che la correzione del corpo consenta la risoluzione di tutti i problemi: coloro...