Skip to main content

Il lanciatore di scarpe chiederà asilo politico alla Svizzera

 |  Redazione Sconfini

 

Un fotogramma del lancio di scarpe a Bush (foto tratta da p2pnet.net)Il 14 dicembre scorso, diventando simbolo del rigurgito mondiale per George "the Worst" Bush, aveva lanciato le sue scarpe addosso all'ormai ex presidente degli Stati Uniti, senza però colpirlo. Bush in quel caso aveva dato sfoggio di riflessi maggiori alle sue capacità politiche e diplomatiche, ma Mountazer al Zaidi (questo il nome del giornalista) è stato incriminato per "aggressione a capo di Stato straniero" dalle autorità irachene.

Nonostante il sostegno avuto nel suo Paese e non solo, rischia dai 5 ai 15 anni di carcere e così,  l'avvocato ginervrino Mauro Poggia ha dichiarato alla Tribune de Genève di essere stato contattato dai familiari di Mountazer al Zaidi all'inizio di gennaio, attraverso il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR).

"Ora scriverò al Dipartimento federale degli affari esteri per sollecitare la concessione dell'asilo", ha dichiarato l'avvocato al quotidiano svizzero, come riporta l'Ansa. Secondo il legale, la Confederazione può farlo "senza per questo prendere posizione per o contro l'intervento americano in Iraq".

L'avvocato Poggia ha detto che al Zaidi non può più restare in Iraq. "Non potrà più fare il giornalista senza subire pressioni terribili".

Mountazer al Zaidi avrebbe dovuto essere processato il 31 dicembre ma il dibattimento è stato rinviato sine die per dar modo ai giudici di esaminare un'istanza di annullamento dell'intero procedimento giudiziario, depositata dal suo legale iracheno. Riuscirà Poggia a dimostrare che la Svizzera può accogliere al Zaidi senza che questa scelta possa subire interpretazioni politiche?


Altri contenuti in Cronaca

De Magistris prosciolto. La video intervista dell'ex pm

Dopo la notizia del proscioglimento dell'ex pm Luigi De Magistris e l'archiviazione della sua posizione dall'inchieste Why Not, passato "inaspettatamente" sotto silenzio assoluto sulle televisioni ...

Il Foglio: "Blogger puzzoni e allupati curiosoni"

Che la rete dia fastidio a molti è un fatto risaputo. Al potere e ai suoi cortigiani non piace che i sudditi possano esprimere opinioni, scambiarsi pareri e informazioni di varia natura. Probabilme...

Il volantino delle Br al Giornale? Scritto da un giornalista de Il Giornale

Ricordate il "pericoloso" volantino dell Br ("da prendere in seria considerazione") fatto recapitare a un giornalista de Il Giornale, un tale dal nome Francesco Guzzardi? Ebbene, era una super bufa...

E se a Viareggio anziché Gpl ci fossero state scorie nucelari? Le non risposte di Bertolaso

Il dramma di Viareggio è l'ennesimo simbolo di un'Italia che non è in grado di controllare e far funzionare i servizi basilari di una società degna di questo nome. Colpa del treno, del rimorchio, d...

La manifestazione del 28 gennaio a Roma spostata in Piazza Farnese

La manifestazione promossa dall'Associazione Nazionale Familiari Vittime della Mafia prevista a Roma per il 28 gennaio e la cui partenza era inizialmente fissata in piazza della Repubblica, è stata...