Skip to main content

Io rubo, tu Ruby, noi Bunga Bunga

 |  Redazione Sconfini

rubyE' tornato Papi! E porta con sè una nuova ventata di adrenalinica perversione senile. Sempre minorenni discinte, come fu con Noemi, sempre regali costosi (sembra ci siano di mezzo 30mila euro di regalo in una busta e un'Audi R8) e sempre un parterre di specchiata moralità: Silvio Berlusconi, Emilio Fede e Lele Mora.

I tre vecchietti, stando alle dichiarazioni rilasciate alla Polizia dall'avvenente Ruby, diciassettenne di orgini egiziane, però non sembrano più accontentarsi di servire su un piatto d'argento sul lettone di Putin le scollacciate fanciulle.

I desideri del satrapo nostrano si colorano infatti di un nuovo elemento: il "bunga bunga". Si tratta, racconta Ruby, di una specie di danza propiziatoria che il libidinoso di Arcore apprezza molto e che prevede un gruppo di ragazzine (poco più che bambine) che ballano, ammiccano, si sfiorano peccaminosamente e si spogliano.

Che si tratti di sfruttamento della prostituzione con venature quasi pedofile sembra cosa pacifica, se la testimonianza di Ruby troverà riscontro, ma la cosa più interessante da notare forse è la scelta di quel nome per il ballo. Nella ripetizione della parola "bunga" c'è un che di atavico, di sprezzante, di tribale.

"Bunga bunga" racchiude la visione maschilista e misogina dell'entourage berlusconiano, forse anche un po' di sano razzismo in salsa padana. Una perversione primitiva di un'Italia che non distingue più il gesto etico da una pacca sul culo elargita da un ultrasettantantenne con le caramelle in tasca a una minorenne che è entrata in un mondo decisamente più grande di lei e che si sente dire dall'anziano: io rubo, tu Ruby, noi bunga bunga!

---

foto tratta da Facebook

vota su oknotizie

diventa fan su facebook


Altri contenuti in Cronaca

Dell'Utri vuole una commissione d'inchiesta sulle stragi di mafia. I familiari delle vittime in rivolta

La notizia secondo cui il sen. Marcello Dell'Utri avrebbe "proposto" al suo partito di presentare una proposta di legge per l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sulle stragi di...

E se a Viareggio anziché Gpl ci fossero state scorie nucelari? Le non risposte di Bertolaso

Il dramma di Viareggio è l'ennesimo simbolo di un'Italia che non è in grado di controllare e far funzionare i servizi basilari di una società degna di questo nome. Colpa del treno, del rimorchio, d...

La scuola in subbuglio

Ricomincia la scuola e si apre un nuovo fronte caldo per il Governo. Il comparto, infatti, sembra avviarsi dritto verso un vicolo cieco, fatto di tagli e abbassamento della qualità. A protestare st...

California: donna partorisce otto bambini

In California sembra essere scoppiata una nuova moda: quella dei parti da record. Grande interesse aveva riscosso nel dicembre 2008 la nascita di Richard, il bimbo "gigante" nato a Laguna Hills con...

L'avvio del ponte sullo Stretto è un'altra bufala colossale

"Il prossimo 23 dicembre poseremo la prima pietra del ponte sull Stretto". Con queste parole il premier Silvio Berlusconi e alcuni suoi sodali avevano accentrato l'attenzione dell'opinione pubblica...