Skip to main content

Porta a porta flop. Boicottaggio riuscito alle bugie di Stato

 |  Redazione Sconfini

vespabrunoMezzo flop per lo speciale Porta a Porta di Bruno Vespa che ha incensato ieri, per tutta la prima serata, con lo spottone bugiardo sulle case di Onna, il premier Silvio Berlusconi. Neppure sfruttando ogni bassezza per modificare i palinsensti di tutte le reti principali e per favorire così la visione della messa in scena propagandistica del Cavaliere sono stati raggiunti i risultati sperati. L'operazione boicottaggio a Porta a Porta che abbiamo contribuito tra i primi a suggerire è andata a segno con il nostro articolo di ieri sulla verità del villaggio di Onna.

Modificare il palinsesto di Raiuno per piazzare Porta a Porta, spostare la prima puntata di Ballarò di due giorni, sfruttare la morte di Patrick Swayze per rimandare il vecchissimo "Dirty Dancing" al posto della prima visione di Transformers su Italia1 non è bastato a vincere la sfida dell'auditel.

Porta a Porta è stato battuto dal dignitoso "L'Onore e il rispetto" con Gabriel Garko, conquistando un misero 13,47% di share quando di solito il programma di Vespa in prima serata viene visto dal 18,30% e il 17,50% in seconda serata (dati ufficio stampa Rai 2008-09). Dunque la bugia di Stato è stata vista da 3,2 milioni di spettatori a dimostrazione che (forse) gli italiani hanno deciso di voltare le spalle alla manipolazione della verità.

"L'Onore e il rispetto" ha strappato il 22,61% di share con oltre 5 milioni di telespettatori. Porta a Porta strappa rischia di scivolare addirittura al quarto posto tra i programma più visti di ieri poiché di misura ottiene il secondo posto nella serata: Dirty Dancing infatti si ferma meno di 100mila spettatori indietro (share del 12,18%), e L'Ispettore Coliandro colleziona su RaiDue meno di 200mila spettatori in meno del programma di Bruno Vespa con l'11,82% di share. Bene anche il film su RaiTre (La Caduta, gli ultimi giorni di Hitler) con 2,4 milioni di telespettatori, mentre è più attardato Selvaggi su Rete4 (1,6 milioni di telespettatori con il 6,37% di share).

---

Hai trovato interessante l'articolo?

Clicca qui e vota OK (in alto a sinistra)

Ci aiuterai a capire se i nostri articoli sono di tuo interesse

(foto tratta da wikimedia commons)


Altri contenuti in Approfondimenti

Anche Galan in galera. Tutti i ministri dell'ultimo governo Berlusconi con problemi di giustizia

Sembra incredibile ma fino a pochissimi anni fa l'Italia era governata da una schiera di malfattori o presunti tali in grado di far impallidire la Chicago anni '30. Tra condanne, rinvii a giudizio,...

Tanto, poco o niente sesso? Far l’amore fa bene all’amore

In una scena di un vecchio film di Woody Allen, Io e Annie, lei dice allo psicologo: “Non ne posso più, facciamo l’amore di continuo, anche tre volte alla settimana”. Lui, invece, si lamenta con lo...

Piazza Tiananmen: quando la storia non insegna nulla

Ricorre in questi giorni il tragico ricordo ventennale dei fatti di Tiananmen, piazza cinese sulla quale anni or sono si è concretizzato un autentico bagno di sangue ad opera delle autorità cinesi,...

Semmai prendiamocela con la Legge

Alle 7 del mattino, mentre si stava facendo la doccia, l’ingegnere ascoltava il GR di Radio1: una bella radio, un ottimo GR. Apprende la notizia di un feto che, dopo esser stato abortito alla 22a s...

Lezione di giornalismo: le 5W. I Tg italiani nascondono lo scandalo D'Addario

Questo intervento è un piccola e umilissima lezione di base di giornalismo, che dovrebbe essere compresa da tutti i nostri lettori. Senza addendrarci in concetti complessi come il valore-notizia, l...