Skip to main content

RaiTre non può mandare in onda Ballarò e propone il documentario Dittatura. Un caso?

 |  Redazione Sconfini

ballaroCome largamente annunciato (leggi il nostro post "Censura in corso" dell'11 febbraio) il regime berlusconiano ha deciso di mettere a tacere l'informazione in Italia (intanto) per un mese. Fino alle amministrative di fine marzo censura e sospensione di molti programmi di informazione tra cui Ballarò, Annozero, Porta a Porta e L'Ultima parola. Per la Rai addio a diversi milioni di euro di investimenti pubblicitari (indovinate dove finiranno) e per i cittadini la certezza di essere disinformati da Augusto Minzolini e dagli altri servi falsari della verità che imperversano nella tv di Stato. Oggi alle 20 si terrà un sit-in di protesta convocato dalle redazioni dei programmi sospesi, dall'Usigrai e dalla Fnsi. Ovviamente è tutto inutile. E' troppo tardi. Ormai per mettere a tacere le voci di dissenso il regime sta dimostrando di essere in grado di cancellare anche alcune voci favorevoli, ma con sempre minor seguito (Vespa) o con pochissimi spettatori (Paragone). A questo punto manca solo il delitto eccellente per far rientrare tutti nei ranghi e certificare lo stato di dittatura fin qui morbida ma da quel momento dichiarata in Italia.

Nel 1924 a Mussolini fu necessario far rapire e uccidere il parlamentare socialista e feroce oppositore del fascismo Giacomo Matteotti per poi imprimere la svolta autoritaria. Questo scenario terrificante e chiaramente provocatorio è certamente lontano dalla realtà dei fatti, ma solo pochi mesi fa, mai si sarebbe potuto pensare che una serie di leggi incostituzionali consentisse di arrivare a questo grado di deriva democratica. E' quindi meglio iniziare a prefigurare lo scenario che potrebbe palesarsi in tempi più o meno brevi se la resistenza allo strapotere del governo dovesse continuare a crescere.

Su questa lunghezza sembra essere RaiTre che, obbligata a non trasmettere Ballarò, metterà in onda il documentario della Grande storia dal titolo "Dittatura". Tema del programma, l'avvento del fascismo in Italia: a partire dal famoso discorso di Mussolini sul "potevo fare di quest'aula sorda e grigia un bivacco per i miei manipoli".

Appunto.

---

diventa fan su facebook

vota su oknotizie


Altri contenuti in Approfondimenti

NEET in Italia: come spingere i giovani a costruirsi un futuro

NEET - "Not in Education, Employement or Training", è questo l'acronimo che sempre più spesso viene affibbiato alla nuova generazione di giovani. Utilizzato per la prima volta nel 1999, l'acronimo ...

Perché De Magistris condannato in primo grado si deve dimettere e Renzi no?

La condanna in primo grado per abuso d'ufficio comminata all'ex pm e all'attuale sindaco di Napoli Luigi De Magistris è giunta come un fulmine a ciel sereno a movimentare la scialba scena politica ...

Il Water-gate all'italiana

La grande notizia della settimana che ha preceduto Ferragosto è stato il tentativo (peraltro miserevole) del Giornale di Feltri e della famiglia Berlusconi di fare un'inchiesta giornalistica. Il nu...

Energia solare, un patrimonio a disposizione di tutti

Un reale risparmio, una tecnologia semplice, non inquinante e rinnovabile: sono i vantaggi offerti dai pannelli solari termici. Uno studio commissionato dal governo di Berlino nel novembre 2006 ha ...

Il Senato che vuole imporre Renzi è lo stesso previsto dalla P2. Coincidenze?

La vicinanza della famiglia Renzi alle logge massoniche fiorentine non è una novità. La prova provata è nel gran dispendio di energie e (secondo il M5S che sta preparando un esposto alla Procura de...