Skip to main content

De Magistris candidato alle Europee

 |  Redazione Sconfini

De Magistris, idv, europee, elezioni, candidatoLuigi De Magistris si candiderà alle prossime elezioni europee con l'Italia dei Valori. La dirompente comparsa sulla scena politica dell'ex pm di Catanzaro, cui sono state avocate in modo quantomeno inedito le scottanti inchieste Why Not, Poseidon e Toghe Lucane, ha fatto in poche ore il giro del web.

De Magistris, che in un'intervista di pochi giorni fa, quando gli è stato chiesto di spiegare verso cosa stavano conducendo le sue inchieste, aveva detto "Avevamo scoperto una nuova P2 in Calabria", segue la strada del leader del partito che lo sta appoggiando in questa sua avventura, e cioè Antonio Di Pietro.

"Correrò come indipendente, insieme ad altri esponenti della società civile", così si è espresso De Magistris. Il Magistrato, che ha presentato domanda di aspettativa al Csm, attende il via libera alla candidatura dal plenum del consiglio che potrebbe giungere già nelle prossime ore.

Il popolo del web, schieratosi in modo sostanziale con la sua attività investigativa e contro l'invadenza (e la violenza) senza precedenti della politica e del Governo nei suoi confronti e nei confronti di chi ha lavorato per lui, come Gioacchino Genchi, o contro chi è stato chiamato a valutare il suo operato come il procuratore (anche lui cacciato) di Salerno, Luigi Apicella, già da tempo chiedeva che De Magistris andasse a parlare al Parlamento Europeo a spiegare la terribile situazione che devono affrontare i magistrati che scelgono inchieste scomode. Quelle, per intenderci, che mettono in crisi il sistema clientelare mai così abnorme nel Paese tra criminalità, politica e Stato.

Ma De Magistris ha deciso di fare di più e di andare direttamente a sedersi su uno degli scranni di Bruxelles. Il popolo del web, che però è ancora largamente minoritario in Italia, sembra essere con lui.


Altri contenuti in Politica

Autorete di Bondi: Gino è inaffidabile. Ma allora anche metà della maggioranza lo è

A volte, per far bella figura con il padrone si rischia di eccedere di zelo. A farne le spese, stavolta, è stato il Ministro berlusconiano Sandro Bondi, poeta ed ex comunista redento alla causa lib...

Berlusconi vince l'Oscar della volgarità per una frasaccia su Carla Bruni

Duro affondo della stampa francese al premier italiano Silvio Berlusconi, cui è stato attribuito il virtuale Oscar della volgarità. Il motivo di cotanto riconoscimento sarebbe una frase, come spess...

Presidenti di cui andare orgogliosi. L'impietoso raffronto Pertini-Napolitano

I silenzi del presidente Giorgio Napolitano stanno infastidendo ormai sempre più persone. Le leggi vergogna da lui stesso approvate senza fiatare e la sua attività di "pompiere" delle istituzioni c...

Metalli pesanti

Non bastava il memoriabile "il grillino che è in me" di Filippo Facci. Ora a correre sul carro dei (possibili) vincitori del futuro si precipitano anche i trafelati leccapiedi di Berlusconi e della...

Errani e Formigoni ineleggibili. Beppe Grillo annuncia un ricorso

Rinfrancato dal successo alle recenti Regionali del suo MoVimento, Beppe Grillo alza il tono della sfida alla politica dei brontosauri preannunciando al più presto un ricorso al Tribunale contro le...