Skip to main content

In campagna elettorale con Benito

 |  Redazione Sconfini

Nel paese dell'impunità per i potenti (legittimo impedimento, lodo Alfano, scudo fiscale, immunità parlamentare), della corruzione dilagante (dal caso Tarantini allo scandalo protezione civile), del puttanaio continuo (festini a luci rosse da Berlusconi a Bertolaso), delle tangenti consegnate in strada (assessore pdl al comune di Milano Mirko Pennisi) non poteva mancare l'eterno ritorno dei fascisti nostalgici del Duce e del Ventennio. Il protagonista di questo exploit è Luigi Celori, ex An, ora nel Pdl, consigliere regionale uscente e nuovamente candidato alla regione Lazio. Sostiene ovviamente Renata Polverini (quella fmussoliniceloriamosa per aver derubato il fisco in alcune operazioni immobiliari) celebre per l'ammissione "Forse ho evaso, ma vi denuncio lo stesso".

Ebbene, lo statista Celori, per accalappiare le crescenti fasce di elettorato neofascista ha deciso di non accontentarsi di distribuire il tradizionale "santino" elettorale, ma consegna nelle mani dei propri sostenitori il "Calendario Storico 2010 - Anno LXXXVIII Era Fascista". In pratica una celebrazione del fascismo a 88 anni dalla presa del potere del Duce.

Il nostralgico del ventennio in barba alla Costituzione che alla XII disposizione transitoria vieta la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista e in barba al reato di apologia di fascismo (legge Scelba) che si manifesta «quando un'associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista».

---

Vuoi diventare fan di Sconfini su Facebook ed essere sempre aggiornato sulle notizie che ti proponiamo? Clicca qui!


Altri contenuti in Politica

Perché lui pensa al bene del Paese

L'Italia affonda verso una bancarotta ormai praticamente inevitabile. E con lei, almeno dal punto di vista della quotazione in Borsa, anche le azioni del proprietario dei 314 deputati della Camera ...

Cronache da "Milano, capitale morale": stati generali della Lega nel mirino per possibile truffa da 59 milioni di euro

E' di pochi giorni fa l'improvvida uscita del magistrato ora capo dell'anticorruzione Raffaele Cantone, secondo il quale Milano sarebbe tornata a essere la capitale morale d'Italia perché ha quegli...

Gelmini in retromarcia. Niente maestro unico obbligatorio e rinvio di un anno della riforma delle superiori

  Alla fine, seppur la Ministro Gelmini ovviamente dichiara "nessuna retromarcia", la versione integralista del Decreto che ha mobilitato centinaia di migliaia di studenti nei mesi scorsi è stata a...

Il giustiziere in pigiama

Se la situazione non fosse terribilmente grave non solo dal punto di vista economico, ma anche da quello sociale, ci sarebbe da sghignazzare per intere settimane. Mentre la politica italiana, che ...

Il Ministro Raffaele Fitto rinviato a giudizio

Raffaele Fitto, ministro dei Rapporti con le Regioni, è stato in passato presidente della Regione Puglia prima della sconfitta del centrodestra per mano di Nichi Vendola. Il 3 febbraio 2009, il giu...