Skip to main content

308 voti alla Camera: Berlusconi si dimise nel 2011, Renzi manomette la Costituzione

 |  redazione sconfini

Nel novembre 2011, l'allora maggioranza che sosteneva il governo Berlusconi si fermò a 308 alla Camera mancando la maggioranza assoluta di 316 deputati, sull'approvazione del Rendiconto dello Stato.

Erano i tempi dello spread impazzito, di Monti imposto dalla BCE prima come senatore a vita e pochi giorni dopo l'evento sopraccitato come capo di un governo sostenuto da una maggioranza amplissima quanto raccogliticcia. Protagonista di questa allucinante svolta antidemocratica Napolitano. Si badi che nonostante il deludente esito dei 308 favorevoli la Camera approvò ugualmente il Rendiconto e Berlusconi non fu mai sfiduciato formalmente. Tuttavia poche ore dopo si dimise spalancando le porte al sanguinario Monti e alla prestanome della Troika Elsa Fornero i cui incalcolabili danni li porteremo avanti per una generazione o forse più.

renziscuolaNaturalmente Berlusconi e il suo circo antropomorfo non mancano affatto all'Italia e alla salubrità delle Istituzioni.

Tuttavia è bene ricordare che in questi giorni, il sempre più inquietante Renzi, ha portato avanti il suo golpe notturno durante il Festival di Sanremo nel tentativo di modificare la Costituzione in chiave ceauseschiana. Ebbene: indovinate alla Camera quanti voti ha raccolto il Nostro? 308!

Ora la domanda è: perché Berlusconi nel 2011 a quota 308 ci sollevò dalla sua presenza motivando il tutto come l'assenza di una chiara maggioranza in un ramo del Parlamento e Renzi con lo stesso numero di voti manomette la Costituzione e la stampa fa finta di brindare a un successo plebiscitario?

Delle due l'una: o ci prendevano per il culo 3 anni e mezzo fa o ci prendono per il culo oggi.

---

Ti è piaciuta la notizia? Clicca qui e metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato


Altri contenuti in Politica

Padroni di sè e padroni degli altri

"Stavolta ci sarebbe quasi da valutare se chi lancia questo genere di accuse sia davvero ‘compos sui', vale a dire pienamente padrone di sè. Per quel che mi riguarda, poi, mi verrebbe voglia di riv...

Lodo Alfano: stampa estera scatenata

Ha fatto immediatamente il giro del mondo la bocciatura, da parte della Corte Costituzionale, del lodo Alfano, la legge che rendeva immune da tutti i processi le più alte cariche dello Stato. Ad us...

E' battaglia sul Referendum sulla legge elettorale. Ecco perché

Una vera e propria battaglia politica si sta scatenando nella maggioranza, in questi giorni, attorno al Referendum Guzzetta-Segni. Da un lato c'è chi dice che bisogna accorpare la consultazione all...

Goldmonti Sachs

Dunque, mettiamola così. Il governo dei tecnici ha praticamente fallito la sua missione riformista e iper-liberista (a parte randellare pensionati, pensionandi e operai). Così, il tecnicissimo Mari...

Tutta colpa dei comunisti

"Del quadro attuale - ha dichiarato il premier Berlusconi nella conferenza stampa di presentazione della manovra per evitare la bancarotta dell'Italia, "portano la responsabilità sia i governi cons...