Skip to main content

Ieri è stato votato l'emendamento per abolire il Senato: bocciato dal PD

 |  Redazione Sconfini

La propaganda del regime renzusconico non smette di ricordarci ogni giorno che l'indefesso premier Renzi vuole a tutti i costi tagliare i costi snellendo il Senato.

senatoNaturalmente è una bugia sesquipedale che però trova un certo appeal nell'elettorato meno informato, purtroppo la larga maggioranza. Ebbene, tra gli emendamenti votati ieri a Palazzo Madama ne è stato presentato uno estremamente dirompente che avrebbe dato un senso logico alla sbandierata pretesa dei filorenziani di tagliare i costi: il PD aveva presentato un emendamento per abolire tout court il Senato ma poi forse per paura lo ha ritirato. Il Movimento 5 Stelle l'ha fatto proprio e l'ha messo ai voti e i dem hanno votato contro.

Dunque l'interesse non è l'abbattimento dei costi, né corrisponde a verità che i 5 Stelle siano, ovviamente, quelli attaccati alla poltrona. Fatti alla mano il governo Renzi pretende un Senato senza quasi alcun potere legislativo e che non sia assolutamente eletto dal popolo sovrano.

Di per sé è una follia, una proposta che non reggerebbe 10 minuti neanche in una riunione tra assistiti di un manicomio, ma dopo il clamoroso 40% del Pd alle Europee sembra essere questo il prezzo da pagare al sistema che deve autoconservarsi a tutti i costi: l'ennesima, stavolta pesantissima, perdita di sovranità.

---

Ti è piaciuta la notizia? Clicca qui e metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato


Altri contenuti in Politica

Ora c'è pure il Papi-priapismo

Si spezza il cordone di silenzio attorno alle notti del Bunga Bunga. Repubblica fa trapelare oggi le dichiarazioni spontanee di due ragazze (all'epoca poco più che diciottenni) ingaggiate da Emilio...

Roma brucia. Berlusconi caccia un contestatore e chiama il Pdl in piazza

Tensione alle stelle nell'attesa conferenza stampa che ha visto il premier Silvio Berlusconi confermare le indiscrezioni della vigilia sulla manifestazione di piazza indetta dal Pdl il 20 marzo. A...

Milanese si salva dal carcere per 6 voti. Sono quelli dei (finti) oppositori assenti

E così un altro probabile delinquente si è salvato. L'ex braccio destro del ministro dell'economia Tremonti si è salvato dalla galera grazie al voto dei sodali della maggioranza che hanno quasi com...

Napolitano tenta il salto della quaglia sul carro grillino

Tutto si può dire di Napolitano tranne che non sia bravo a fiutare la direzione che prenderà la politica nell'immediato futuro. Il voltagabbana Casini è solo un dilettante rispetto alle giravolte ...

Le gaffe di Veltroni e Mastella che si coprono di vergogna e ridicolo

Due improvvide uscite di due esponenti simbolo della casta politica in declino, che hanno quasi in contemporanea deciso di tornare a galla per conquistare un po' di visibilità dopo mesi di oblio ge...