Skip to main content

La super bufala del divieto di minigonna in Olanda

 |  Redazione Sconfini

In un periodo in cui fiorisce la peggiore informazione e si alimentano i peggiori istinti primordiali, giornali di dubbia levatura morale soffiano sul fuoco dell'intolleranza, ben rilanciati da quella legione di imbecilli (cit. Umberto Eco) che trova spazio e risonanza sui social.

 

Oggi è la volta del presunto divieto di minigonna in Olanda per non urtare la sensibilità della comunità islamica, più precisamente nel quartiere Nieuw-West di Amsterdam effettiamente abitato da molti musulmani. In verità si tratta di una notizia manipolata e vecchia di quasi un paio di settimane.

Qualche buontempone cui l'ordine non ha ancora tolto il patentino da giornalista ha addirittura scritto che "ci attende un futuro con il velo".

Niente di più falso. Già il 16 marzo il giornale olandese Dutch News titolava: "Short skirt 'ban' in not a ban at all, say Amsterdam officials" tanto per smontare già in patria la non-notizia.

In pratica le autorità già 15 giorni fa avevano negato ci fosse alcun divieto. Ma che è successo dunque?

Una dipendente di un ufficio pubblico si è recata a lavoro con stivali molto alti e una gonna molto corta (al punto che "di vedevano le natiche"). La dirigente dell'ufficio ha trasmesso una circolare via email ai dipendenti stigmatizzando abbigliamenti poco decorosi. Si è trattata di un'iniziativa personale non richiesta da alcun utente. L'amministrazione della capitale olandese ha precisato, come già detto, che non esiste alcun divieto di minigonna. Il caso, almeno nel civilizzato Paese dei tulipani, si è spento immediatamente.

Come è possibile che in Italia una vecchia non notizia venga manipolata e data impunemente in pasto a legioni di imbecilli?


Altri contenuti in Attualità

La follia di affievolire il conflitto generazionale con 500 euro

Ad ogni tornata elettorale, i governanti di turno, provvedono a elargire qualche mancia a effetto per il bene supremo cui ambiscono: tenere il culo sulla poltrona. Paraculaggini di vario tipo sono ...

I giovani e l’alcol: educazione o proibizione?

È da tempo ormai che gli esperti hanno lanciato l’allarme per il preoccupante aumento di giovani che sempre più ogni anno si avvicinano all’alcol. Le ultime ricerche effettuate dal Ministero della ...

LinkedIn ti trova veramente lavoro (se ti chiami Alfano)

Ma chi l'ha mai detto che LinkedIn non serve a niente? Il celebre "social" che mette in collegamento contatti professionali, secondo molti osservatori, ha generato nel tempo un numero di colloqui e...

Faccia a faccia con l’associazione ARTeFUMETTO

Allestire mostre e progettare eventi dedicati ai grandi autori del fumetto, strizzando l’occhio ai talenti in erba di Trieste e della nostra regione. Sono queste le linee guida dell’associazione cu...

Solidarietà civile: la psicologia dell’emergenza

Nel corso della vita può capitare a tutti, prima o poi, di subire un trauma: fra gli esempi più comuni ci sono gli incidenti automobilistici, i terremoti, la guerra, i lutti, le violenze fisiche e ...