Skip to main content
Bud Helisson

Giocare all’aria aperta da piccoli previene la miopia

 |  redazionehelp

Per prevenire la miopia nei bambini bisogna trascorrere più ore all’aria aperta.

In una settimana, per ogni quattro ore che un bambino gioca in un luogo all’aperto, diminuisce del 2% il rischio di sviluppare questo comunissimo errore di rifrazione del cristallino dell’occhio. Lo studio è stato realizzato dall’Ospedale Universitario Ramon y Cajal di Madrid e dall’Università di Cambridge, ed è stato proposto nel corso del meeting annuale dell’American Academy of Ophthalmology che si è svolto recentemente ad Orlando, in Florida. Secondo gli esperti la luce naturale e la presenza di oggetti distanti apportano agli occhi un effetto benefico. “Giocando all’aperto, le attività richiedono più visione da lontano che da vicino e questo esercita l’occhio, prevenendo la miopia”, spiega Francisco Josè Munoz Negrete, fra gli autori della ricerca. “Nei Paesi sviluppati, in cui le attività più comuni sono la lettura o l’uso del computer, giocare ai videogiochi o guardare la televisione, l’incidenza della miopia – continua – è maggiore”. Invece, questo non si verifica nelle aree sottosviluppate, regioni in cui la cosa importante è vedere da lontano e difendersi contro il nemico. “L’organo visivo – chiarisce Negrete – si adatta alle esigenze del corpo: se principalmente ci serve per mettere a fuoco cose vicine, il bulbo oculare si allunga, cresce più del dovuto, e quindi sorge la miopia”. Nella ricerca gli esperti hanno esaminato 10mila bambini che sono stati invitati a partecipare ad otto diversi tipi di prove inerenti giochi all’aria aperta. Per i ricercatori, 14 ore alla settimana (due al giorno) passate a giocare nel parco o per strada diminuivano del 20% il pericolo di soffrire di miopia. “Rischio che – si legge nella ricerca – è del 60% per quei bambini che hanno genitori miopi e che non passano almeno 5 ore alla settimana a giocare all’aperto, un’attività che può bilanciare in modo efficace il pericolo legato allo sforzo visivo associato ai compiti”.


Altri contenuti in Wellness/Fitness

Correre aiuta a scaricare le tensioni

Personalmente concordo con la tua amica: correre fa bene. Devi sapere che nelle situazioni stressanti, come ad esempio la corsa oppure le forti emozioni, il nostro organismo si difende rilasciando ...

Cellulite: eliminarla del tutto è un’utopia

  Parliamo di pannicolopatia edemato-fibrosclerotica. Sì  avete capito bene! Una definizione non tanto popolare ma che corrisponde a un problema invece ben noto a tutte le donne: la cellulite. “Pos...

I frutti del benessere

Molte ricerche recenti sembrano “riscoprire” dal punto di vista scientifico alcuni tipi di frutti, molti di provenienza esotica. I prodotti della natura, che da secoli fanno parte della dieta indig...

La mappa delle nostre emozioni

La mamma coccola il bambino, accarezzandolo e cullandolo per tranquillizzarlo quando piange. L’adulto ricerca la tenerezza tra le braccia del proprio partner. L’anziano solo darebbe chissà cosa per...

Cosa realmente vedo allo specchio?

  Il chirurgo estetico offre un servizio, un aiuto a coloro che hanno un progetto per la loro vita. Ma guai a pensare che la correzione del corpo consenta la risoluzione di tutti i problemi: coloro...