Skip to main content

La promessa di Mantovano: Milica otterrà la cittadinanza

 |  Redazione Sconfini

«Accelereremo l'esame della sua richiesta e nel giro di pochi, anzi pochissimi mesi, Milica Novakovic otterrà la cittadinanza italiana». Così si è espresso il sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano sul caso della ragazza neolaureata di origini serbe, ma da 19 anni in Italia e triestina di adozione, e che il "Decreto Sicurezza" voluto dalla Lega Nord avrebbe equiparato ad una pericolosa clandestina da espellere già a gennaio dal Belpaese.

Una premessa importante: siamo felicissimi che, verosimilmente, Milica otterrà la cittadinanza italiana entro il 31 dicembre, pena il rimpatrio in una terra che conosce a malapena dal momento che è venuta in Italia quando aveva solo 7 anni.

Ma il problema che Mantovano crede di aver spento con questa dichiarazione, in realtà raddoppia.

Dopo la scandalosa sanatoria che ha riguardato le badanti che lavorano in casa di italiani in nero e che le ha poste su un piano diverso da altri immigrati che lavorano in nero (loro sono clandestini fuorilegge da rimpatriare al più presto) ma non sono colf o badanti, creando una disparità evidentemente incostituzionale tra esseri umani ora è la volta della cittadinanza a due velocità.

La povera Milica, che ha tutto il diritto di avere la cittadinanza italiana, in virtù di una semplice sovraesposizione mediatica "salterà la fila". Ancora una volta l'Italia si dimostra incapace strutturalmente di trattare tutti allo stesso modo. E' l'ennesima, palese dimostrazione che la legge NON è uguale per tutti.

Infatti, come rileva la Caritas, casi simili tra immigrati di seconda generazione ce ne sono a decine di migliaia nel Paese.

A Milica è andata bene. Agli altri non resta che incrociare le dita e sperare che qualche para-reality le permetta di rendere nota la sua situazione.


Altri contenuti in Friuli Venezia Giulia

Gli effetti del pacchetto sicurezza. Neolaureata in Italia da 19 anni da gennaio sarà clandestina

Ha 26 anni, vive in Italia da 19 anni ovvero da quando ne aveva 7. Ha fatto le scuole, ha costruito la sua rete di amici, si è laureata con 110 e lode, è madrelingua italiana, parla anche il dialet...

Disponibilità, umiltà, serietà: il mestiere del Vigile del Fuoco

A Trieste operano circa 250 Vigili del Fuoco. Loro la paura non la conoscono, dinnanzi ad un incendio o a situazioni di pericolo estremo sanno solo che devono agire con coraggio e determinazione pe...

Genomi: cosa accomuna l’uomo al lievito?

Cosa sono i geni? Quali sono i fattori che determinano l’evoluzione delle specie nel corso dei secoli? Sono solo alcune delle domande cui ha risposto il fisico e biologo Edoardo Boncinelli in occas...

Caccia americano in avaria e il pilota sgancia i serbatoi su un centro abitato vicino a Pordenone. Nessun ferito.

Disavventura a lieto fine, o quasi, nel pordenonese. Nel pomeriggio del 24 marzo, un caccia F-16 americano, decollato dalla base militare statunitense di Aviano ha ben presto avuto un problema tecn...

Tutti sono d’accordo: lo sport è una cosa buona e giusta

Ognuno è pronto a far seguire il termine sport da una serie di definizioni positive: fa bene alla salute, aiuta a socializzare, è utile per prevenire situazioni di degrado, e via dicendo. Ora si tr...