Skip to main content

Elezioni PdR: 6 persone che si passano foglietti per 4 ore estraendoli dalla damigiana di Giolitti

 |  redazione sconfini

Come previsto la prima chiama per l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica è andato a vuoto.

 

elezionepdrPer non "bruciare" il candidato scelto all'unanimità dal PD, Mattarella, Renzi ha imposto scheda bianca ai suoi grandi elettori che hanno eseguito.

Ciò che però oggi da questa votazione è emerso in tutta la sua prepotente (in)attualità è il metodo di votazione. Cioè, siamo rimasti al 1945! Decine di persone impegnate a portare in Aula cabine elettorali protette da tende di velluto, elettori chiamati uno per uno in ordine alfabetico che scendono dagli scranni o interrompono il chiacchiericcio coi colleghi per andare a esprimere il loro voto su un foglietto da depositare in una specie di damigiana che si trovava là forse dai tempi di Giolitti.

E poi 6 persone che prendono il foglio, lo aprono, lo stiracchiano, lo leggono, lo controllano, lo ripiegano e lo ripongono in un'altra damigiana antidiluviana. Durata totale? Circa 4 costosissime ore che il popolo paga milioni di euro quando un semplicissimo sistema di voto elettronico segreto potrebbe risolvere il problema in pochi minuti.

Basterebbe approntare il numero sufficiente di postazioni di voto.

Forse però una risposta c'è. In un Paese normale un condannato per maxi frode fiscale affidato ai servizi sociali e non più in possesso di tutti i diritti civili assieme a un non eletto oltre che condannato in primo grado per danno erariale non potrebbero pensare neppure lontanamente di poter decidere da soli il prossimo Presidente della Repubblica.

E poi, in un Paese normale, il sistema informatico sarebbe già stato fatto in una settimana con una spesa di poche migliaia di euro. Qui ci sarebbero voluti centinaia di milioni per imbastire un sistema elefantiaco e non funzionale che sarebbe entrato a regime dopo una quarantina d'anni.

---

Ti è piaciuta la notizia? Clicca qui e metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato


Altri contenuti in Tecnologia

Anima e iPad: ecco la società della registrazione

Quale legame può esistere fra quella che la tradizione filosofica e letteraria ha sempre considerato il cuore dell’uomo, il centro del suo essere e l’ultimo ritrovato tecnologico, che per quanto av...

Banda larga addio. In Italia non si può fare.

Internet a banda larga in tutta Italia? Il governo ha il terrore che un pubblico più vasto di quello attuale acceda al Web per informarsi e, preferendo che i cittadini continuino a guardare la tv, ...

Fotovoltaico: a conti fatti si può risparmiare

Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l’energia solare in energia elettrica, sfruttando la capacità di alcuni materiali semiconduttori opportunamente trattati di generare elettricità se e...

Telefonia e Internet: contratti, i diritti degli utenti appesi a un filo?

È questo l’obiettivo che l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) si è proposta con la pubblicazione della guida informativa “I diritti dei consumatori nel mercato dei servizi di comu...

PC batte nuovo Mac Pro tre volte e mezzo più costoso

Dall'ultimo confronto organizzato da Cnet sulla versione demo di Call of Duty 4 il nuovo Mac Pro corredato di scheda grafica Radeon di alta gamma (una HD 4870) si è visto superare nettamente da una...