Skip to main content

Pensioni per tutti. Purché facciano parte della Casta

 |  Redazione Sconfini

pdsuppostaSiete ancora convinti che la Casta, per evitare la bancarotta dell'Italia, taglierà i costi della politica? Magari riducendo del 5% i compensi ai parlamentari (che lavorano 9 ore alla settimana in Senato e poco di più alla Camera)? Poveri illusi!

Sembra infatti che tre "illuminati" parlamentari del PD (sì proprio quelli all'opposizione) stiano cercando di varare una legge che regali una pensione, la stessa (sebbene in proporzione all'incarico) che spetta agli ex parlamentari e agli ex consiglieri regionali.

I grandi statisti Maria Luisa Gnecchi, Oriano Giovannelli e Lucia Condurelli, preoccupati per i tanti politicanti di professione senza arte né parte (figuriamoci un lavoro) che dopo la legislatura da sindaci o da consiglieri comunali si ritrovano senza lavoro e senza soldi, stanno sul serio promuovendo un disegno di legge per garantire anche a loro una pensione.

Una roba da pazzi, che però ha presto trovato sponda nell'alter ego della Casta del Pd, ovviamente il Pdl: "Ne possiamo discutere" aprono all'ipotesi gli esponenti del partito berlusconiano.

La proposta di legge è la numero 2875/09. "Per una ragione di equità", hanno scritto nell'unico articolo del testo che sta per essere licenziato dalla commissione Lavoro. Dare una pensione al sindaco, all'assessore di un paese, al presidente della comunità montana, e anche al presidente della circoscrizione, raggiungerebbe il doppio obiettivo di rendere meno faticoso l'ingresso nella comunità e soprattutto dare ai colleghi che hanno avuto meno fortuna (leggi agganci) in carriera un compenso vitalizio per il lavoro svolto per la comunità.

Il costo dell'operazione? Almeno 40 milioni di euro l'anno dicono i ragionieri che hanno fatto i conti.

Equità o provocazione?

---

Aggiornamento: il Pd ha fatto sapere di essere stato "frainteso" e che la legge è stata bloccata. Per ora.

fonte

fonte immagine

diventa fan su facebook

vota su oknotizie


Altri contenuti in Politica

Immunità parlamentare. Gli italiani dicono NO

Sono moltissimi i fronti aperti con la giustizia da un Parlamento che pare occuparsi esclusivamente dei problemi legali e giudiziari dei suoi membri. Berlusconi ha diversi processi aperti e con que...

Il candidato governatore del Pdl in Campania nei guai per presunto concorso esterno in associazione camorristica

Non c'è proprio limite alla deriva presa dalla politica italiana in questo travagliato 2009. Fonti autorevoli danno per certa la richiesta di autorizzazione alla Camera per l'esecuzione di una misu...

Incalza-gate: Il premier alza la voce contro i magistrati. E non è Berlusconi

Difficile immaginare la sottile durezza della legge del contrappasso che sta in questi giorni esplodendo in mano a Renzi. Quando si fingeva un rottamatore per ammaliare qualche pecora uscita dal re...

Passa il decreto (in)sicurezza. Fine delle intercettazioni: Italia terra dell'illegalità

Lo scambio di favori e ricatti tra Lega Nord e Pdl continua a generare mostri. Oggi si è consumata un'altra pagina nera per la politica e la società italiana. In mattinata Berlusconi, dopo aver dic...

Movimento 5 Stelle: il governo in mano (subito) con due semplci mosse

La via più facile per far in modo che il Movimento 5 Stelle possa avere in mano direttamente Palazzo Chigi è quella di sedersi sul bordo del fiume e aspettare. I cadaveri dei nemici (Pd e Pdl) prim...