Skip to main content

La fuga di Morticia Fornero

 |  Redazione Sconfini

Povera Morticia Fornero, ovunque vada si vede costretta a levare le tende prima del tempo a causa di contestazioni, fischi, insulti di cittadini comuni, gruppi organizzati, attivisti politici, disoccupati, esodati, cassaintegrati e chi più ne ha più ne metta.

La povera maestrina tanto brava tra i banchi di scuola quanto pasticciona e spocchiosa quando scende dall'iperuranio oggi se n'è uscita con un'altra geniale frase per stimolare i giovani alla ricerca di lavoro, in un contesto che vede ampliarsi a dismisura la percentuale di giovani senza lavoro né educazione (i cosiddetti neet), senza prospettive per il futuro, costretti a combattere contro percentuali di disoccupazione da Paese dell'Africa Nera.

"Giovani, non siate troppo choosy (ovvero esigenti, selettivi ndr) nella scelta del posto di lavoro. Lo dico sempre ai miei studenti: è meglio prendere la prima offerta di lavoro che capita e poi, da dentro, guardarsi intorno, non si può aspettare il posto di lavoro ideale, bisogna mettersi in gioco" ha osato dire dal palco di Assolombarda a Milano.

Insomma: fate le puttane cari giovani. Se non lo volete fare direttamente, praticando l'antica ars amatoria, fatelo almeno intellettualmente. Cogliete la prima occasione lavorativa e iniziate fin da subito a tramare contro il datore di lavoro che vi ha selezionato per ficcarglielo in quel posto al momento propizio per salire su un altro carro appena il vostro grado di puttanaggine riesce a scovare un altro pollo da spennare.

Pazienza se poi quell'imprenditore onesto dovrà rifare le selezioni, addestrare un nuovo lavoratore, investire soldi, veder bloccata la macchina produttiva.

Ovviamente il punto non è solo in questa visione arrivista, carrierista e infedele della "lavoratrice" Fornero. Il punto grave è quello di non capire che la stragrande maggioranza dei giovani disoccupati non è che fa la schizzinosa. E' che non si vede offerto neanche un posto di lavoro umile.

Ma questo è inutile spiegarlo alla madre di una figlia bravissima, che ha dovuto subito accettare suo malgrado un posto da docente nell'Università in cui insegnava Morticia e pure il marito, nonché padre della bravissima e intelligentissima figlia. Lei non è stata choosy. Ha avuto culo.

Se le avessero proposto di fare la bagascia però Elsa l'avrebbe certamente invogliata a iniziare la carriera. Poi, da dentro, ci si guardava intorno. Alla ricerca di un nuovo pappone.

---

diventa fan su facebook

foto: un momento della contestazione di Torino (Skytg24)


Altri contenuti in Politica

La politica estera dell’Unione europea

Quando nel 1950 fu fondata la Comunità europea, l’obiettivo da raggiungere era quello di riunire le nazioni d’Europa ed i loro popoli, all’indomani del nefasto esito, per tutti, dalla Seconda guerr...

All'orizzonte già si scorge la nuova Dc versione oggi le comiche

Ottime notizie per i protagonisti dell'inciucio nazionale: i tre principali partiti sono esplosi o stanno esplodendo. Nel Pd, tra i 300mila residuali iscritti al partito (160mila in meno del 2009) ...

Scienza e media ai tempi della globalizzazione

Oggi è più importante che mai che la scienza non resti lontana dalla vita di tutti i giorni e dalla società. I cittadini di tutto il mondo, infatti, sono chiamati sempre più spesso a esprimersi su ...

Essere di sinistra, oggi, in Italia

Alcuni mesi fa Help! ha ospitato un intervento di Gianfranco Gambassini, che ha esposto quelli che a suo parere sono, o dovrebbero essere, i valori, le caratteristiche, i contenuti dell’essere oggi...

Verso l’integrazione: il cammino della nostra regione

La globalizzazione dell’Unione europea si indirizza sempre più verso quelle che sono le evoluzioni e le aspirazioni dei 27 Stati che ne fanno parte. Ed è proprio per tale ragione che i principali e...