Skip to main content

Estate 2017 on the road: come organizzare un viaggio in macchina

 |  Redazione Sconfini

 C’è chi prenderà l’aereo, chi opterà per un soggiorno in un hotel o in una struttura ricettiva, e chi invece passerà le vacanze estive da turista automunito: una scelta che rappresenta una vera e propria filosofia, considerando che l’Italia ospita tantissimi appassionati di quattro ruote, che mai e poi mai rinuncerebbero ad un viaggio in compagnia della propria automobile.

Una questione di comfort, di libertà e di indipendenza, ma anche un’operazione che richiede un’attenta e accurata programmazione. Quali sono gli elementi necessari per affrontare questa tipologia di vacanza? Oggi vedremo una breve guida su come organizzare un viaggio in macchina.

Scegliere l’auto ed effettuare un check up completo

L’utilitaria, il SUV oppure una via di mezzo? La prima cosa che dovrete fare sarà scegliere l’auto più adatta per affrontare il viaggio che avete in mente. E poi dovrete garantire alla vostra vacanza il livello idoneo di sicurezza, dunque effettuare un check out completo facendo controllare al meccanico aspetti quali il motore, l’olio, le pastiglie dei freni e ovviamente le condizioni degli pneumatici.

Munirsi di tutte le strumentazioni per il viaggio

Non importa se avete già in mente la meta, o se andrete all’avventura, perché dovrete sempre e comunque munirvi di mappe e di strumenti per la navigazione. L’ideale sarebbe procurarvi un navigatore satellitare come Coyote, che vi avvertirà di tutti i pericoli che rischierete di incontrare in viaggio, come ad esempio gli autovelox ed il traffico. Con questo dispositivo potrete contare su uno strumento perfetto per una guida sicura e cosciente.

Informarsi sui regolamenti stradali

Paese che vai, leggi che trovi: se andrete fuori dall’Italia – ma anche se resterete entro i nostri confini – assicuratevi sempre di studiarvi per bene le leggi del codice stradale, così da evitare spiacevoli multe o peggio ancora pericolosi incidenti. Ad esempio, fate sempre attenzione a dove vi fermate se avete in mente di campeggiare, e prenotate sempre in anticipo il vostro posto per il pernottamento, per evitare di ritrovarvi in difficoltà.

Scegliere con cura l’itinerario del viaggio

Se andare all’avventura non fa per voi, assicuratevi di conoscere a menadito ogni tappa del vostro programma di viaggio o, in alternativa, di consultare quelle dei road trip più di successo. Ce n’è per tutti i gusti, come quello della Foresta Nera in Germania oppure quello di matrice portoghese, da Lisbona a Faro. E se amate i viaggi in auto avventurosi, ecco che il road trip in Uzbekistan potrebbe soddisfare ogni vostra aspettativa. Infine, impossibile non citare il percorso della Via della Seta, che collega l’Europa alla Cina.

Altri consigli per viaggiare sereni in auto

Cercate sempre di portarvi nel bagaglio solo lo stresso necessario, ottimizzando così lo spazio disponibile nell’auto: e anche quando avete pochi bagagli, provate comunque a trovare una sistemazione intelligente, che non vi intralci la vista dallo specchietto retrovisore. Infine, se volete vivere una vacanza che sia tranquilla e rilassante, assicuratevi di ospitare in auto le persone giuste, evitando potenziali piantagrane o amici tendenti al lamento. E non dimenticatevi che un po’ di buona musica sa sempre come rilassarvi, ma anche come tenervi sull’attenti.


Altri contenuti in Vacanze

Viaggi fai da te: alla resa dei conti conviene veramente?

  L’estate è la stagione in cui la maggior parte di noi può permettersi un periodo più o meno lungo di riposo e svago. Ma come si fa ad evitare le brutte sorprese che possono infrangere i nostri so...

Imparare ad immergersi: a scuola sott'acqua

  Potrà forse sembrare fuori tempo parlare d’attività subacquea nel mese d’ottobre, quando l’estate diventa un ricordo e, magari, cominciamo a pensare di preparare gli sci. Eppure, per i subacquei ...

Dresda, la Firenze dell'Elba

Dresda, capitale della Sassonia, è, secondo l’opinione di molti tedeschi, la città più bella della Germania e la sua vallata è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Il primo rife...

Immersioni: alla scoperta di un relitto

  “A parte quell’incosciente di mio figlio Luca, che a 14 anni l’incoscienza se la può permettere, siamo stati tutti un po’ preoccupati alla prima immersione su un relitto. Non sei il solo, ma non ...

Davanti o dietro? Un’opzione che è una scelta di comodità

Gli incidenti stradali sono la prima causa di morte per i bambini dai 5 ai 14 anni (fonte Istat) e farli viaggiare senza seggiolino aumenta il rischio di un esito infausto di ben 7 volte! I decessi...