Skip to main content

Il nuovo Senato di Renzi e Verdini: in una sola un'immagine tutta la sua incostituzionalità

 |  Redazione Sconfini

E' stata pubblicata da La Stampa una simulazione più che verosimile su come potrebbe essere il nuovo Senato qualora il piano di Renzi e Verdini fosse già giunto a compimento.

In una sola immagine emerge, dirompente e violenta, l'assurdità, la pericolosità, la totale mancanza di rappresentatività e la palese incostituzionalità della riforma costituzionale che in questi mesi le Camere stanno approvando a suon di ricatti, minacce, ritorsioni e compravendite, monetaria o morale lo decideranno i giudici, di senatori.

Il nuovo Senato pare plasmato e appiattito sulle esigenze di Governo e del premier Renzi, che conquisterebbe senza neanche la fatica di passare dalle elezioni una maggioranza schiacciante e solida come il granito: sui 100 senatori previsti ben 55 sarebbero appannaggio del PD. Una discrepanza di circa 20 punti percentuali rispetto al 35% circa che i sondaggi danno oggi al partito del premier-segretario.

In un sistema basato su strampalate proporzioni su scala regionale (nella metà delle regioni si potranno nominare solo 2 senatori e saranno entrambe della maggioranza) la potenza regionalistica rappresentata dalla Lega Nord avrebbe a suo impatto molto sensibile con addirittura 14 senatori contro i soli 9 di Forza Italia, penalizzata dalla sua presenza più distribuita sul territorio nazionale. Il microscopico partito di Alfano, Ncd, che vale circa il 3% avrebbe ben 5 senatori mentre partiti di minoranza linguistica tra cui l'altoatesino SVP che su scala nazionale vale meno dello 0,5% potrerebbero a casa 3 senatori.

Ma a fronte di questa sovrarappresentazione di questi partiti chi è che ne paga le conseguenze? Ovviamente il temibile Movimento 5 Stelle, che nonostante sia votato da un elettore su quattro, con i suoi miserrimi 6 senatori varrebbe appena un senatore in più del solo Presidente della Repubblica che ne sceglie ben 5.

 


Altri contenuti in Approfondimenti

Energia solare, un patrimonio a disposizione di tutti

Un reale risparmio, una tecnologia semplice, non inquinante e rinnovabile: sono i vantaggi offerti dai pannelli solari termici. Uno studio commissionato dal governo di Berlino nel novembre 2006 ha ...

La bufala dell'anno: i giovani non vogliono lavorare a Expo per 1.500 euro al mese

Elenco delle "notizie" passate dal mainstream: l'agenzia interinale Manpower, incaricata a raccogliere candidature e procacciare lavoratori per Expo Milano 2015, pubblica un comunicato (qui) in cui...

Beppe Grillo a Sky News 24 rompe il muro della censura. E spara su tutti

Se c'è una persona che emblematicamente è simbolo della censura del regime berlusconiano quella persona è Beppe Grillo. Sono in molti a contestarlo, più per paura che per reali motivazioni politich...

Sviluppo visivo dei bambini: l’occhio è programmato per apprendere

La vista fornisce al cervello circa il 90% delle informazioni sul mondo esterno e rappresenta il canale primario di comunicazione. Non è funzionale solo all’acquisizione delle immagini degli oggett...

Violazioni Mediaset. Esposto di Altroconsumo ad AGCOM, Antitrust e Commissione Europea

Le irregolarità certificate con cui da troppi anni Mediset occupa le frequenze pubbliche nazionali che sarebbero state assegnate nel 1999 a Europa7, l'eccessiva concentrazione pubblicitaria di Publ...