Skip to main content

Ipse dixit: anno 2006, le chiavi e il rating

 |  Redazione Sconfini

Ottobre 2006. Il governo Prodi è in carica da 5 mesi e ha scoperto da poco una nuova voragine nei conti pubblici provocata dalle "ottime" intuizioni di Berlusconi e Tremonti, inventore della finanza creativa.

 

Standard&Poor's declassa il rating del debito pubblico italiano. La colpa, evidentemente, non può essere dell'esecutivo appena entrato in carica, anche perché all'epoca mancava un mese alla presentazione della sua prima manovra finanziaria. La colpa è inevitabilmente di chi ha guidato l'economia nazionale nei 5 anni precedenti.

E invece, l'ex (e futuro) premier Berlusconi - che come oppositore è veramente da prendere a modello - si scagliò contro il governo Prodi con queste parole: "questo è un governo che, bocciato dalla maggioranza degli italiani, dalla banca d'Italia, dalla finanza internazionale, dovrebbe avere il buon senso di restituire le chiavi di Palazzo Chigi, prima di arrecare altri e irreparabili danni al Paese". E poi, ancora spalleggiato da Fini, prometteva una mobilitazione popolare contro il "governo delle tasse" (che non aveva ancora portato in Parlamento una manovra economica).

Poco più di un anno dopo Prodi cadde, non prima di aver accumulato (nonostante una maggioranza sgangherata e per certi versi ridicola, in balìa di comunisti e mastelliani) un prezioso tesoretto di alcuni miliardi di euro che Tremonti fece di nuovo sparire nel nulla nel 2008 una volta tornato al Tesoro.

Oggi Standard & Poor's ritocca ancora al ribasso il rating italiano, dopo altri due anni e mezzo di "sgoverno" Berlusconi: che facciamo con le chiavi? Le affidiamo a un paio di prostitute meglio se minorenni, o a una vecchia tedesca culona e inchiavabile?

---

 

diventa fan su facebook

vota su oknotizie

 

 


Altri contenuti in Politica

Renzi il camaleonte. Analisi delle fotografie alle sue spalle durante le interviste

Deve essere una specie di maledizione quella che attanaglia gli elettori del Pd. Persone educate, garbate, misurate, prevalentemente oneste ma costrette da quando esiste il loro partito di riferime...

I reati scomparsi. Cosa non si sarebbe scoperto con il nuovo decreto sulla sicurezza

La notte della Repubblica, come è stata definita da diversi osservatori e politologi italiani ed internazionali, giunge sottoforma di un Decreto Legge pesantissimo, approvato chiedendo fiducia. Dec...

La vignetta di Vauro fa infuriare Gasparri che minaccia epurazioni in Rai

Un avvelenato episodio in bilico tra satira e politica sta in queste ore irrompendo sul web. Maurizio Gasparri, parlamentare e capogruppo al Senato del Pdl, avrebbe infatti reagito in malo modo ad ...

Napoli: terremoto politico di proporzioni storiche

Anche se probabilmente non ci sarà seguito sui giornali, sui telegiornali e nella corrotta vita politica nazionale quotidiana il 17 dicembre 2008 sarà ricordato nei futuri libri di storia italiani ...

Il Pd ha incassato 180 milioni di euro di rimborso elettorale. Era necessario far pagare 2 euro ai suoi elettori?

Domenica finalmente avrà fine la pantomima delle primarie del Pd e forse si ritornerà a parlare di cose serie anziché vedere continuamente e dappertutto uno spocchioso arrivista liberista e un ones...