Sidebar

19
Sab, Ago

Piscine e risparmio energetico (ed economico). Le pompe intelligenti a velocità e portata variabile

Notizie utili
Stile testo

Purtroppo è noto che, almeno in Italia, solo pochi fortunati possono permettersi una piscina. Ciò che è meno risaputo è che una pompa per piscina di medie dimensioni consuma l'equivalente di 7 frigoriferi (ovviamente non di classe A+), ovvero l'elettrodomestico che in un'abitazione comune è quello che consuma più energia nel corso dell'anno.

Inevitabilmente quindi chi usa una piscina tutto l'anno conosce bene le importanti cifre presenti nelle bollette. "Specialmente se viene utilizzata una pompa a velocità fissa - spiega Stefano Furlan, uno dei massimi esperti nella realizzazione e manutenzione di piscine a Trieste, Udine e Gorizia, e titolare di Acquatecnica storica azienda del settore - ad esempio una a velocità 1,5 HP regolare, 3 ricambi/giorno, 10 ore/giorno e tempo di funzionamento di 200 giorni in un anno consuma circa 1,4 milioni di grammi di anidride carbonica, ovvero quasi 140 alberi. Questo per quanto riguarda l'impatto ambientale, poi c'è il costo monetario sul quale non si scherza".

Quali soluzione propongono gli esperti del settore come lei? "Con le nuove pompe per piscina proposte tra gli altri anche da Acquatecnica è possibile risparmiare circa il 90% di energia rispetto a una pompa a singola velocità. Sono molti i modelli disponibili per ottenere un maggiore risparmio economico, energetico e ambientale. Ma anche per avere una pompa silenziosissima (a basse velocità) e facilmente gestibile grazie ai pannelli LCD che in modo molto intuitivo permettono di programmare il "lavoro" della pompa in pochi gesti".

Scendendo ancora più nel tecnico è bene sapere che ci sono pompe a velocità variabile che permettono di selezionare le velocità, utilizzando quella più idonea per soddisfare le diverse esigenze, a qualsiasi ora del giorno e della notte usando un motore a magneti permanenti che garantiscono un'elevata efficienza energetica e grandi risparmi in termini economici. Il dispositivo elettronico per la regolazione della velocità del motore (r.p.m.) permette l'utilizzo di bassa velocità per la filtrazione notturna ad alta velocità per una più facile gestione della tracimazione e degli accessori in vasca (cascate, fontane). Il contro lavaggio può essere reso più energico intervenendo sulla velocità del motore.

Altre pompe possono essere ancora più complesse. Ad esempio ci sono pompe di dosaggio con una specifica combinazione di pompa a velocità variabile con sistema di gestione della filtrazione. Questa combinazione coniuga i vantaggi dell'automazione con i notevoli risparmi energetici derivanti dalla tecnologia a velocità variabile. Il tutto praticamente a parità di prezzo rispetto ad altre pompe a velocità variabile. Questo impianto "all inclusive", infatti, può controllare anche tutte le funzioni principali della filtrazione della piscina, incluso il controllo automatico della valvola di controlavaggio, controllo degli impianti di riscaldamento, protezione antigelo e così via.

"Questa è la soluzione più abbordabile e intelligente - conclude Furlan - se si desidera aggiornare le attrezzature della propria piscina con nuovi elementi. Grazie a queste soluzioni, la bolletta relativa al consumo energetico della tua piscina sarò decisamente meno impegnativa e si potranno risparmiare centinaia di euro ogni anno".